martedì 30 giugno 2015

Ci ha lasciato Paolo Piffarerio (1924-2015)

Questa notte ha raggiunto l’amata moglie nelle vaste Praterie del Cielo il grande Paolo Piffarerio, storico animatore e fumettista noto per i suoi affascinanti disegni di Alan Ford, oltre che fra i pionieri del cinema di animazione italiano nella casa di produzione Gamma Film dell’amico Gino Gavioli (come il vigile siciliano Concilia e il pedone veneto Foresto, Caio Gregorio er guardiano der pretorio, i cavernicoli Babbut Mammut e Figliutt), l’equino Vitaccia cavallina, il cowboy Gringo che si nutriva di carne Montana, con i testi in rima forzata sulla falsariga del brano Ringo di Adriano Celentano, Taca Banda, il frate Cimabue...).

Dopo l’Accademia di Belle Arti di Brera e i primi lavori con l’editore Alberto Traini (fra cui una serie sul popolare calciatore Giuseppe Meazza e una su Larry Semon alias Ridolini), Piffarerio ha collaborato in coppia con lo sceneggiatore Max Bunker a numerosi progetti per l’Editoriale Corno, dal primo Maschera Nera, Atomik, El Gringo al celebre Alan Ford dopo l’abbandono di Magnus per quasi cento albi, passando per il dettagliatissimo romanzo storico Fouché (1973) sulla Rivoluzione Francese pubblicato sulle pagine di Eureka. 

Ulteriori opere che lo vedono protagonista come disegnatore sono La storia d’Italia a fumetti di Enzo Biagi, oltre a numerose riduzioni a fumetti di famose opere letterarie e la serie Adalberto di Cuorsincero, sul settimanale il Giornalino... che aveva fra l’altro la sua età. Gli volevamo bene e ci mancherà, ma le sue opere rimarranno sempre con noi a tenerci compagnia e ricordarci il suo carattere affabile e lo spirito sempre positivo che ha guidato il suo lavoro e la sua vita: grazie, Paolo!

lunedì 29 giugno 2015

“Pinocchio” e 75 anni di epica Disney

Da un mese è uscito negli USA il (come sempre intrigante) nuovo libro dello storico dei film J.B. Kaufman, Pinocchio. The Making of the Disney Epic, dedicato al secondo lungometraggio di Walt Disney nel 75° anniversario della sua realizzazione con alcuni interventi di altri studiosi prestigiosi.

Il volume ne ripercorre nei dettagli la storia produttiva, ricostruendo le tappe che da uno spunto iniziale (il romanzo di Collodi, scoperto da Walt nel 1937 in una traduzione inglese) hanno portato alla nascita di un film  a ragione definito “epico”, seppur lontano dalla versione originale.

“Se c’è un film di animazione degno di appartenere alla confraternita dei film realmente epici” – film che “si situano a intervalli isolati e sovrastano il panorama della storia del cinema” – “quel film,” spiega Kaufman nell’introduzione al libro, “è il Pinocchio di Walt Disney”. Ne parla in modo approfondito il bel blog Bambini & Topi di Matteo Maculotti dell’Università degli Studi di Milano.

Qui sotto una delle scene più giustamente famose (e qui il film completo):

sabato 27 giugno 2015

“Dragon Ball Super”, il trailer della nuova serie tv

Come annunciato due mesi fa, da settimana prossima sulla tv giapponese andrà in onda la prima serie animata di Dragon Ball a oltre vent’anni dalla precedente.

Dragon Ball Super sarà scritto e supervisionato dal creatore Akira Toriyama, prodotta da Fuji Television e affiancata da un nuovo manga, sceneggiato dallo stesso Toriyama e disegnato da Toyotarō.
Il primo teaser, le prime immagini dei personaggi e la trama del primo episodio sono state svelate pochi giorni fa. La serie sarà ambientata prima di Dragon Ball GT, in linea temporale dopo la battaglia contro Majin Bu e sarà collegata agli ultimi due film cinematografici (in Italia aspettiamo di conoscere la data di uscita del nuovo film Dragon Ball Z - LaResurrezione di Freezer). Inoltre il primo episodio vedrà Goku impegnato a lavorare per guadagnare soldi, mentre Goten e Trunks saranno in viaggio per comprare un regalo a Videl.
La serie tv sarà trasmessa in terra nipponica a partire da domenica 5 luglio. Di seguito il trailer:

“Dylan Dog”, dal 22 luglio altra ristampa... collaterale

La Sergio Bonelli Editore ha pubblicato un teaser con l’immagine di Emiliano Mammucari qui accanto sul proprio sito web, annunciando una nuova iniziativa su Dylan Dog con La Gazzetta dello Sport, curata come sempre dal “nostro” Fabio Licari, appassionato giornalista – che definire “sportivo” è riduttivo: ha una sintesi e una verve che in poche righe dà al lettore un punto di vista e un approfondimento come pochi in Italia – già nostro ex direttore editoriale che ormai da anni firma ogni mese rubriche sfiziose e non banali come “Il podio”, “Pollice verso” e “Un suggerimento”.

Il curatore del personaggio, Roberto Recchioni, ha aggiunto su Facebook la notizia con uno scatto dall’introduzione di Dylan Dog n.346, in edicola da oggi, che annuncia dal prossimo mercoledì 22 luglio una nuova iniziativa “collaterale” (quelle che si affiancano in allegato a periodici, in particolare dal 2003 con il quotidiano la Repubblica, che nel 2013-14 ha edito i primi 150 numeri di Dylan Dog in “collezione storica” a colori piatti) che proporrà con il quotidiano che celebra “tutto il rosa della vita” (lo slogan che accompagna la testata dal 2008) le storie apparse sulla testata Dylan Dog Color Fest avviata nel 2007 e già con una colorazione fra l’altro più accurata, iniziando – e qui sta la vera notizia – con un remake inedito del primissimo albo L’alba dei morti viventi (uscito il 26 settembre 1986), in albi da 36 pagine.

Come ha poi specificato lo stesso Licari su Twitter, ogni albo (dei 53 finora previsti) avrà copertine inedite: la stessa Bonelli ha poi pubblicato nei dettagli il piano iniziale e la rosea lo store dedicato. Abbiamo letto il primo numero con il remake di Recchioni & Mammucari... ed è bellissimo!

giovedì 25 giugno 2015

“Heroes return”, il trailer della nuova serie tv

Mentre sta uscendo nelle migliori edicole e fumetterie d’Italia il nuovo FdC n.239 con il nostro dossier con una lunga disamina sui recenti 15 anni di film e telefilm tratti da fumetti, ecco che torna a far parlare di sé la bella serie Heroes (2006-10), forse la prima dell’era moderna che rimasticava in un frullato mai così contemporaneo l’immaginario dei fumetti (gli avevamo dedicato un lungo articolo su FdC n.155).

Ora e non a caso, quasi a rivendicare una sorta di primigenitura della recente fioritura di progetti in cinema e tv a sfondo supereroico, la serie riparte sulla NBC il prossimo giovedì 24 settembre, con una stagione di soli 13 episodi che promettono di “ricollegarsi con gli elementi di base della prima stagione”, con personaggi diversi introdotti prima sul web e con pochi personaggi originali, fra cui quello di Noah Bennet (interpretato da Jack Coleman). Staremo a vedere, nel frattempo ecco qui sotto il trailer che si chiede “dove sono gli eroi?”:

“Fumo di China” n.239 in edicola e fumetteria

Con l’emozionante copertina di Scott McCloud dal suo recente graphic novel Lo Scultore (presentato nel suo lungo tour anche in Italia poco più di un mese fa), è arrivato in edicola e fumetteria FdC n.239 di giugno.

Dopo un editoriale che accenna ai più recenti progetti di film e telefilm tratti da fumetti italiani, le tradizionali news dal mondo (Italia, Francia, Stati Uniti e Giappone... più i 5 tweet più curiosi del mese), si apre il dossier quasi inevitabilmente dedicato a questi primi 15 anni di “cinecomics” (perfetto contraltare alla lunga riflessione sui fumetti divenuti ormai vere icone pop nel nostro Annuario del Fumetto 2015, tuttora in edicola e fumetteria) che abbiamo affidato al super-esperto Carlo Coratelli, con una lunga disamina delle diverse scelte nei blockbuster Marvel e DC, le produzioni non legate ai supereroi, le nuovissime produzione televisive, il curioso fenomeno del “blackwashing” (in collaborazione con MoviesBook), il nuovo sguardo alle protagoniste femminili...

Poi il nostro appassionante dialogo “a tutto tondo” in esclusiva con Scott McCloud a Milano e con Ryuhei Tamura al XVII Napoli Comicon (ormai il festival più importante dopo Lucca Comics & Games), due reportage esclusivi dal Salone Internazionale del Libro di Torino (sempre più contagiato dal “virus” dei fumetti) e dal primo Arf! Festival di Roma (dove il fumetto è finalmente tornato protagonista), oltre a un piccolo grande scoop dal Cartoon Movie di Lione: un’intervista al grande Lorenzo Mattotti – quest’anno autore del manifesto del XXXI Festival Internazionale del Cinema d’Animazione, del Fumetto e dei Games Cartoon Club 2015 – che ci racconta il suo debutto alla regia nel suo primo, vero film d’animazione (dopo la collaborazione al Pinocchio di Enzo d’Alò) che rilegge da par suo La famosa invasione degli Orsi in Sicilia di Dino Buzzati.

E ancora, le nostre celebri 7 pagine di recensioni per orientarsi nel mare magnum del fumetto proposto nelle edicole, fumetterie e librerie italiane, le rubriche pungenti come “Il Suggerimento” (per non perdere di vista uscite sfiziose), “Il Podio” (i top 3 del mese), “Pollice Verso” (un exploit in negativo), “Nuvolette Digitali” (la tradizionale rubrica sui fumetti on line, in costante crescita di qualità), “Letture d’Oltralpe” (sulle uscite francesi)... e gli approfondimenti di questo numero, sul più recente team-up fra Lupin III e Detective Conan e il ritorno della Rat-Zine. Infine, le strisce di “Renzo & Lucia”, con testi e disegni inediti di Marcello... che vi preannunciamo sarà intervistato sul prossimo doppio estivo FdC n.240/241 per i suoi 65 anni!

Tutto questo e altro ancora a soli 3,80 euro (prezzo bloccato fin dal 2008, con il nostro passaggio al full color): davvero, buona lettura!

mercoledì 24 giugno 2015

Vignette di solidarietà all’iraniana Atena Farghadani

Meno di un mese fa, la 28enne attivista e disegnatrice iraniana Atena Farghadani è stata condannata a 12 anni di carcere per “aver insultato i membri del Parlamento attraverso i suoi disegni” e aver insultato la guida suprema iraniana, dopo essere stata arrestata a novembre dello scorso anno per aver disegnato i parlamentari del suo Paese rappresentandoli come scimmie e mucche e di nuovo lo scorso gennaio per aver denunciato l’intero accaduto su YouTube).

Ora decine di artisti e vignettisti di tutto il mondo stanno aderendo alla campagna in suo favore, soprattutto dopo che Amnesty International ha lanciato un allarme sulle sue condizioni di salute in seguito a uno sciopero della fame.

Il quotidiano britannico The Guardian ha invitato i lettori a inviare una vignetta in solidarietà con l’artista, oltre a manifestare per lei su Twitter attraverso l’hashtag #Draw4Atena... e FdC rilancia l’invito con convinzione: farsi sentire può contare davvero molto!

martedì 23 giugno 2015

L’esordio di Superman omaggiato anche dalla Lego

La copertina del primo Action Comics che nel giugno 1938 vide l’esordio di Superman (creando l’intero genere dei supereroi oggi presenti ovunque, grazie a videogiochi, cinema e tv: ne parliamo nel dossier di FdC n.239, già in viaggio per edicole e fumetterie) è da sempre oggetto di affettuose parodie e omaggi citazionistici... come quello realizzato di recente da Leo Ortolani per le ristampe di Nonna Abelarda da Lineachiara di RW Edizioni.

Ora è la Lego che per la prossima fiera Comic-Con di San Diego ha annunciato di continuare dopo accordi con Star Wars e Marvel a potenziare anche i set di costruzione con la DC Comics... proprio mentre la scorsa domenica a Milano anche gli amici di Orgoglio Nerd hanno contribuito a battere il record di torre di mattoncini più alta al mondo).

L’esclusivo set che ricostruisce in 145 mattoncini la cover iconica del creatore grafico Joe Shuster per l’Uomo d’Acciaio è stata rivelata nei dettagli dal sito di notizie cinematografiche Collider (che fra poche settimane compie 10 anni): anche se per i puristi mancherebbe l’uomo che fugge in preda al panico, il risultato è davvero niente male...

lunedì 22 giugno 2015

Anche i Dentiblù sostengono Save the Children

Per festeggiare i suoi primi 15 anni, la frizzante casa editrice Dentiblù ha deciso di... farsi un regalo sostenendo il progetto dei “Punti Luce” lanciato da Save the Children, l’organizzazione dedicata dal 1919 a salvare i bambini e tutelarne i diritti, nell’ambito della campagna Illuminiamo il Futuro, donando un’ampia selezione dei suoi albi a fumetti più apprezzati alla biblioteca di Torre Maura, il secondo dei “Punti Luce” a Roma.

I “Punti Luce” costituiscono uno spazio accogliente, sicuro, privo di barriere architettoniche, all’interno del quale vengono ospitate numerose attività, come laboratori di musica, teatro, fotografia, sostegno allo studio, ma anche iniziative rivolte alle mamme e ai papà e servizi di consulenza. In particolare, i titolari Stefano Bonfanti e Barbara Barbieri (fumettisti classe 1976) hanno donato tutti i numeri della collana Zannablù, il simpatico cinghiale dalle lunghe zanne cerulee personaggio di punta della casa editrice, proprio con l’intento di veicolare in modo leggero e divertente i temi dell’integrazione sociale e della solidarietà. Zannablù vive in un mondo abitato da due popoli, quello dei cinghiali e quello dei maiali, ma nessuno di questi lo accetta veramente: il primo a causa della diversità delle sue zanne, il secondo perché di specie diversa.

Tra gli altri albi, anche ARTErnativa (che propone opere d’arte reali spiegate in modo assurdo da tre improbabili critici) e i volumi di Sacro/Profano (divertissement nato sul web e sbarcato con successo in una trilogia dantesca: protagonista una coppia improbabile ma efficace, formata da
un diavolo sfigato e la sua angioletta preferita).

“Abbiamo deciso di sostenere il nuovo Punto Luce di Save the Children donando alcuni albi alla loro biblioteca
, hanno dichiarato Bonfanti & Barbieri, perché condividiamo i loro valori ed ammiriamo il loro impegno, e riteniamo, inoltre, molto importante far avvicinare bambini e ragazzi alla lettura sin da piccoli. Che si tratti di fumetti, romanzi o classici, il potere educativo che deriva dal leggere è di fondamentale importanza, perché un giovane che legge sarà un adulto informato e, quindi, più consapevole”. Qui sotto il trailer di una delle parodie più celebri di Zannablù:

domenica 21 giugno 2015

“Le stanze del desiderio”, Manara in mostra a Bari

Dopo vent’anni torna a Bari una mostra personale di Milo Manara, grazie all’esposizione “Le stanze del desiderio” (che segue le tappe a Siena nel 2011 e a Napoli in  aprile), da martedì scorso aperta ogni giorno fino a sabato 4 luglio.

La mostra è un viaggio alla scoperta dell’intera produzione artistica del maestro italiano, per un totale di oltre 60 tavole in Sala Murat dal 16 giugno al 4 luglio 2015, inserita nel fitto programma di BGeek, il festival alla IV edizione dedicato al mondo geek​, fumetti e videogiochi, in programma al PalaFlorio di Bari il 27-28 giugno 2015.

Manara, che sarà ospite d’onore il 27 giugno, all’inaugurazione ha inviato un messaggio per salutare e ringraziare, aggiungendo: “Sono impaziente di incontrare i miei lettori pugliesi e presentare così il mio Caravaggio anche in Puglia, regione dove quasi ogni estate sono venuto per approfittare dello splendido mare”.

Il percorso espositivo mette per la prima volta in mostra (come nel ponderoso catalogo) la multiforme attività di Manara che mette le sue meravigliose figure femminili in fumetti, illustrazioni, tele e tavole originali al servizio delle più disparate iniziative: dalla nuova serie dello Zodiaco fino alle stupefacenti copertine in grande formato della recente collana allegata ai quotidiani RCS, passando per le tante collaborazioni con grandi firme del mondo artistico italiano, da Federico Fellini a Nicola Piovani, da Vincenzo Cerami ad Adriano Celentano​... Ed ecco un filmato amatoriale dell'eposizione:

sabato 20 giugno 2015

Dopo “Alan Ford” e “Kriminal”, l’inevitabile “Satanik”

Dopo le riedizioni “definitive” di Alan Ford e Kriminal (di cui FdC n.236 ha presentato in anteprima assoluta autori e tematiche della nuova serie ambientata nel mondo moderno), Mondadori Comics ha annunciato la ristampa organica del terzo grande personaggio ideato dal vulcanico Max Bunker per i disegni di Magnus: Satanik... il cui primo volume “Dicembre 1964 - Marzo 1965” sarà in edicola, fumetteria, libreria e on line da mercoledì 24 giugno a € 14,99

Per scoprire, riscoprire, collezionare una pietra miliare del fumetto italiano, l’edizione raccoglie in 14 cartonati mensili in formato 14 x 21 cm di oltre 600 pagine, confezionati con un elegante dorso quadro, tutti gli episodi della storica serie scritti da Bunker e disegnati da Magnus, Giovanni Romanini e Dario Perucca, in rigoroso ordine cronologico: ogni volume raccoglie 5 albi della produzione originale (e come per Kriminal l’ultimo volume, il 14° previsto il 6 luglio 2016, s’intitola “Settembre 1972 - Giugno 2008”).

La conturbante Rossa del Diavolo, al secolo Marny Bannister, è l’emblema della lotta della liberazione della donna. La pubblicazione nata nel 1964 trova una società maschilista, assopita e crogiolata nei propri privilegi. Satanik è la prima, altre ne seguiranno ma di minor spessore, che rompe la barriera invisibile che la teneva circoscritta in una prigione, talvolta dorata, ma sempre una prigione. Marny è una biologa di valore dal volto sfigurato da un’orrenda voglia che trova una formula per il ringiovanimento delle cellule. La esperimenta e diventa una donna bellissima ma anche crudele, non esita infatti a usare strumenti di morte per soddisfare il suo revanscismo. Nel tempo maturerà un proprio equilibrio a pari passo con le conquiste ottenute nella società. Satanik torna a sfidare il comune senso del pudore, con suspense, sensualità e mistero.

venerdì 19 giugno 2015

Verticalismi, la app per fumetti digitali italiani

Come anche i nostri lettori sanno bene, da 5 anni è attivo su Internet il portale on line Verticalismi, dove sono apparsi webcomics come Sacro/Profano ma anche la prosecuzione de L’Insonne (che come spieghiamo fra pochi giorni sul nuovo FdC n.239, potrebbe presto sbarcare in una serie tv).

Visto il sempre più veloce sviluppo anche in Italia dei dispositivi mobili, da 3 mesi il fondatore Mirko Oliveri ha realizzato con i suoi collaboratori l’app Verticomics, già disponibile per iOS scaricabile da iTunes e a breve anche per Android, con la possibilità di leggere gratuitamente un fumetto al giorno. “L’offerta è più ricca sotto un profilo qualitativo rispetto al catalogo di Verticalismi”, come ha spiegato Oliveri: “collabora con molte altre aziende e punta a diventare il punto di riferimento per operare nel web-fumetto e fumetto digitale in genere”.

Tra i fumetti già scaricabili segnaliamo – per il nostro osservatorio permanente “Carta Canta” come il volume pubblicato dal nostro editore Cartoon Club nel 2002 e ancora disponibile Il padrone della festa dal brano di Niccolò Fabi, Max Gazzè e Daniele Silvestri adattato a fumetti da Stefano Tirasso, oltre ad appuntamenti speciali come La sindrome di Alamo di Roberto Recchioni.

In programma c’è anche una sezione shop che nei prossimi mesi proporrà prodotti di alcune case editrici come la milanese Bao Publishing, oltre a commercializzare la serie a fumetti che avrà vinto il concorso estivo Verticomics 2015 – Pilot.

giovedì 18 giugno 2015

Naruto e Gundam nei cinema italiani!

Accoppiata nipponica di lusso nelle sale cinematografiche del Bel Paese per queste settimane di calura estiva fra giugno e luglio.

Naruto, lo shōnen manga realizzato da Masashi Kishimoto dal 1999 al 2014, serializzato in 700 capitoli sulla rivista nipponica Weekly Shōnen Jump e poi raccolto in 72 tankōbon (in Italia da Planet Manga, e dallo scorso aprile anche allegato ai quotidiani RCS), approda in grande stile nei cinema italiani con ben 7 film in 28 giorni, lungo 5 lunedì consecutivi (un lancio senza precedenti nel panorama del Bel Paese), a partire dal 22 giugno fino al 20 luglio, in cui saranno proiettati i lungometraggi animati distribuiti in Italia da Key Films: l’ordine completo e i dettagli qui... e qui sotto il trailer dell’evento:


Anche l’epocale Gundam, in particolare il primo dei nuovissimi speciali in animazione che hanno trasposto l’appassionante rilettura matura a fumetti Gundam Origini di Yoshikazu Yasuhiko (serializzata sulla rivista nipponica Gundam Ace dal 2001 al 2011 e poi raccolta in 23 tankōbon, in Italia per Star Comics), dalla primissima, storica serie del mobile suit nel 1979 da cui partì tutto (da noi doppiata senza tutti i diritti e per decenni mai replicata), torna nelle sale italiane: Mobile Suit Gundam The Origin, grazie alla Nexo Digital e in collaborazione con Dynit che ne editerà la versione home video in 4 dvd. Il primo episodio s’intitola Mobile Suit Gundam The Origin I - Blue Eyed Casval e sarà nei cinema italiani martedì 23 e mercoledì 24 giugno. Di seguito il trailer dell’evento:

mercoledì 17 giugno 2015

La festa di Superman... nella vera Metropolis!

Rispetto alla concorrente di sempre Marvel (che ha reso popolari le inquadrature dei supereroi in luoghi reali come New York), la DC Comics è nota per ambientare le avventure dei suoi personaggi a fumetti in città fittizie... almeno finora.

Qualche giorno fa si è infatti tenuta nella cittadina di Metropolis nell’Illinois (già al centro dell’attenzione mondiale nel 2010 per la foto di Barack Obama davanti alla statua di Kal-El) una celebrazione ufficiale (anche se non riconosciuta da un intervento diretto della casa editrice) sull’eroe creato da Jerry Siegel e Joe Shuster già nel 1933, che si tiene ogni anno dal 1978 per l’uscita del primo film con il compianto Christopher Reeve che di fatto aprì l’era dei cosiddetti “cinecomics” (a cui dedichiamo il dossier su FdC n.239 presto in edicola e fumetteria), con ospiti come lo sceneggiatore Kurt Busiek e Candice Patton che interpreta Iris nel recente telefilm The Flash... nonché l’inevitabile gara di cosplayer e un giornale locale ribattezzatosi quarant’anni fa Metropolis Planet, con tanto di logo disegnato dal leggendario disegnatore Carmine Infantino!

In particolare, oltre all’abituale materiale promozionale (non dissimilmente da quanto diversi editori ci aiutano durante i prossimi 4 giorni di Riminicomix il 16-19 luglio prossimi) anche quest’anno la DC ha inviato sul posto Josh Boultinghouse, che dalla sua elezione nel 2008 svolge il compito d’impersonare l’Uomo d’Acciaio in occasione della manifestazione.

martedì 16 giugno 2015

“One Piece” ufficialmente nel “Guinness dei Primati”

Mentre in Italia è stato protagonista del terzo concorso legato ai manga di una celebre marca di lattine con annessa mostra al terzo Milano Manga Festival, il fumetto One Piece di Eiichirō Oda è entrato ufficialmente nell’annuale volume Guinness dei Primati (edito e sponsorizzato dalla nota birra irlandese dal 1955) per “il maggior numero di copie pubblicate di una serie a fumetti da un singolo autore”. Alla data dello scorso dicembre, il manga si stima che One Piece abbia venduto oltre 320 milioni di copie in tutto il mondo.

Ieri è avvenuto a Tokyo il ritiro certificazione ufficiale da parte di Yoshihisa Heishi, editor di Weekly Shonen Jump, la rivista della Shueisha che pubblica il manga dall’inizio nel 1997.

Nel ringraziare per il riconoscimento, Oda ha realizzato il disegno qui sopra e dichiarato che “i manga sono un modo divertente per passare il tempo, ma quando mi succede di ricevere lettere in cui mi scrivono cose come “grazie a One Piece ho fatto amicizia con altre persone” o “grazie a One Piece mi sono fidanzato”, mi sento molto contento. Mi sento come se questo numero da record abbia la possibilità di far incontrare lo stesso numero di persone. Non dimenticherò i miei predecessori nel mondo del manga, i colleghi che lavorano con me e i miei lettori, e da ora in poi voglio continuare a disegnare un’opera che non farà rimpiangere questo record”.

Pubblicato in oltre 30 Paesi (in Italia dalla Star Comics), ad aprile è swtato pubblicato il 77° tankōbon della serie con una stampa iniziale di 3.8 milioni di copie. Inoltre in Giappone Weekly Shonen Jump ha annunciato per One Piece una grande notizia sul n.29, in vendita dal prossimo martedì 22 giugno... Qui sotto un breve servizio sul riconoscimento al manga di Oda:

lunedì 15 giugno 2015

Daunia Comics a Foggia, con concorso di fumetto

“Il lato oscuro del cuore” è un racconto noir che affronta tematiche molto delicate come la xenofobia e il razzismo, e può essere scaricato dal sito ufficiale della prima Fiera di fumetti in programma a Foggia il prossimo 19-20 settembre. I concorrenti dovranno quindi essere bravi a ricrearne le atmosfere e a riproporne i dialoghi e le emozioni. Il materiale dovrà pervenire entro il 2 settembre (in caso di spedizione fa fede il timbro postale).

La domanda d’iscrizione, le tavole originali, la scansione in formato jpg almeno a 300 dpi dovranno essere inoltrati via e-mail, a mano o posta ordinaria presso la sede del Daunia Comics, via Vittime Civili 20, 71121 Foggia (FG). Il file digitale (pdf) va inviato a questo indirizzo con una foto dell’autore e breve CV (in caso di spedizione fa fede il timbro postale).

Il fumetto va realizzato da un minimo di 7 tavole a un massimo di 10 in formato A4, realizzate con uno stile realistico. Le tavole potranno essere il frutto del lavoro di più persone, ma l’iscrizione è una e nominativa. L’obiettivo è dare alla stampa un fumetto a distribuzione nazionale, che consenta al vincitore del concorso di mettere in mostra tutto il suo talento. A esaminare tutti i lavori ci penserà un gruppo di esperti del settore. Al primo classificato sarà offerto un contratto editoriale di 3 mila euro per realizzare un fumetto di circa 96 tavole in b/n distribuito su tutto il territorio nazionale da StarShop Distribuzione ed Edishop.

Tutti gli elaborati, a parte quello del fumettista vincitore del concorso, rimarranno di proprietà degli autori. Ad ogni modo il Daunia Comics si riserva tutti i diritti del loro utilizzo e di pubblicazione, anche attraverso terzi. La partecipazione al concorso è gratuita, possono partecipare al concorso disegnatori ed aspiranti disegnatori di tutta Italia.

domenica 14 giugno 2015

“Lo scontro quotidiano”, il trailer del film

Il prossimo mercoledì 15 luglio, proprio alla vigilia della 4 giorni XIX Riminicomix (e quando ancora sarà in edicola e fumetteria il nostro prossimo FdC n.239 con uno speciale dossier sui cosiddetti “cinecomics”), uscirà nei cinema francesi Le Combat Ordinaire, adattamento cinematografico del fumetto Lo scontro quotidiano di Manu Larcenet, pubblicato in Italia da Coconino Press (e di recente in versione integrale, raccogliendo i due volumi in cui è uscita in un primo tempo l’opera).

Girato nel corso dell’ultimo anno, il film è diretto da Laurent Tuel con il 35enne Nicolas Duvauchelle come protagonista principale. La vicenda segue la storia dei cambiamenti interiori del giovane Marco.

Di seguito il trailer:

sabato 13 giugno 2015

Fumettisti italiani e documentari, al cinema e in tv

Mentre sull’Annuario del Fumetto 2015 (che trovate ancora in edicola e fumetteria) approfondiamo il tema dei fumetti ormai divenuti vere e prorie icone pop, la narrativa disegnata trova sempre più spazio anche nei cinema italiani.

Lo scorso 11 giugno, al Biografilm Festival di Bologna in collaborazione con Sky Arte HD, è stato proiettato in anteprima mondiale il documentario Gli italiani e il fumetto: 50 storie, 87 minuti diretti da Paolo Caredda e presentati con Aka B, Filippo Scòzzari e altri autori. Si tratta di un documentario curioso, dedicato a 50 storie di lettori che sono di fatto 50 dichiarazioni d’amore per il fumetto. Attraverso gli aneddoti e i ricordi di una storia, di un personaggio, di un episodio, si ripercorre la storia del fumetto italiano, da Tex a Dylan Dog, da Hugo Pratt ad Andrea Pazienza. Una prospettiva singolare, “appassionata e immaginifica” che racconta un medium capace di diventare ispirazione e salvezza, quando non addirittura ragione di vita. Un film definito dalla produzione “babelico impastato di immagini, accenti, reportage raccolti per le città e le province d’Italia e frammenti di finzione pescati nei fumetti, dai più popolari ai più sconosciuti”.

Nel pomeriggio era stato presentato dal regista con Mauro Marcheselli (uno dei fondatori di FdC, fra l’altro) il documentario Nessuno siamo perfetti di Giancarlo Soldi su Tiziano Sclavi, menzione speciale agli ultimi Nastri d’Argento e distribuito in alcuni cinema italiani a partire da giovedì 18 giugno e di cui poche righe qui sotto trovate un nuovo estratto dopo il già emozionante trailer.

E tutto questo mentre sembra sempre più probabile una terza stagione della serie d’interviste Fumettology su Rai 4... chi ha detto che al cinema e in tv, oltre ai “cinecomics” a cui abbiamo dedicato il dossier nel prossimo FdC n.239, non si dà spazio ai fumettisti italiani?

venerdì 12 giugno 2015

Fiere sul fumetto, altro weekend... torrido

Anche in questo weekend del 13-14 giugno non mancano diverse manifestazioni in contemporanea dedicate al variopinto mondo del fumetto... e a tutto quanto vi sta attorno, visto che come approfondiamo nel nostro Annuario del Fumetto 2015 tuttora in edicola e fumetteria i fumetti sono ormai vere e proprie icone pop.

Nella zona pedonale del centro di Cecina (LI) da oggi a domenica si tiene X Cecina Comics & Cosplay, mentre al Castello Scaligero di Villafranca (VR) sabato e domenica è di scena la III Sagra dei Fumetti: in entrambi i casi con giochi, editori e collezionismo, concerti, cosplay, birra e gastronomia.

Spazio anche alla prima FEcomics & Games, nel centro storico di Ferrara domani e dopo (tra fumetti, giochi, cosplay, movie & fantasy) e alla IX Peveragno Comics di Peveragno (CN), nella giornata di domenica all’Istituto Comprensivo “Vittorio Bersezio” (scuole elementari) di via Piave 21.

Dulcis in fundo, da ieri a domenica il III Milano Manga Festival alla Fabbrica del Vapore del capoluogo lombardo, nonché oggi a Perugia si tiene il Becoming PostMod - Live Drawing, un evento interamente dedicato alla cultura dell’improvvisazione artistica, ospitato dal Cinema PostModernissimo, che fra le tante espressioni artistiche dedica uno spazio anche al fumetto.

giovedì 11 giugno 2015

Il Deposito di Zio Paperone... in mostra a Milano

Al Wow Spazio Fumetto di Milano da sabato 13 giugno per la prima volta in mostra la straordinaria storia, personale ed editoriale, di Zio Paperone, il papero più ricco del mondo creato nel 1947 da Carl Barks, con un insolito e avvincente viaggio tra i segreti più segreti del suo Deposito!

Quanto denaro contiene quel bizzarro edificio blindato che domina Paperopoli dall’alto di una collina? Quanto è grande? Se esistesse veramente come sarebbe fatto? Quanto dovrebbe essere grande un edificio per contenere davvero i 9 fantasticatilioni, 4 biliongilioni, 6 centifrugalilioni, 8700 dollari e 16 cents che dice di possedere lo Zione? A tutte queste domande e a tante altre risponde la mostra, nata da un’idea di Ferdinando Zanzottera e realizzata da Andrea Tardito, Luca Sgambi e Ferdinando Zanzottera con il Patrocinio della Scuola di Architettura Civile (corso di studi in Architettura delle Costruzioni) del Politecnico di Milano e in collaborazione con il settimanale Topolino.

La prima sezione della mostra è dedicata alla figura di Paperone e del suo creatore, che lo ideò su esplicito riferimento a Charles Dickens per una storia intitolata “Il Natale di Paperino su Monte Orso”. Si potranno scoprire i lati più affascinanti e divertenti del suo carattere, per poi passare in rassegna lo straordinario cast che lo accompagna nelle sue avventure ai quattro angoli del mondo. Una vera e propria dinastia (da Paperino ai nipotini Qui, Quo e Qua, a Nonna Papera), di cui sarà possibile scoprire i segreti esplorando l’albero genealogico in un’installazione multimediale realizzata appositamente da GlobalMedia.

In mostra troveranno poi spazio tavole e illustrazioni originali di artisti come Barks, Romano Scarpa, Giorgio Cavazzano, Corrado MastantuonoMarco RotaAndrea Freccero e tanti altri, comprese in anteprima assoluta le tavole della nuova saga estiva “La grande corsa (contro il tempo)” scritta da Bruno Enna e disegnata da Alessandro Perina.

Ma le “attrazioni” sono davvero numerose, e le trovate nel dettaglio qui.

mercoledì 10 giugno 2015

50 anni di Valentina in mostra a Milano

Fra i tanti anniversari di questo mezzo secolo, c’è anche quello della celebre Valentina (di cui pubblicheremo una testimonianza inedita su FdC n.242 del prossimo settembre... restate sintonizzati!).

La sua Milano lo ricorda con la bella mostra “Funny Valentine”, organizzata da Archivio Crepax e la galleria-editore Nuages di Cristina Taverna, composta da 50 opere originali del personaggio tratte dai primi anni di vita del mensile linus fondato da Giovanni Gandini con Elio Vittorini, Umberto Eco e Oreste del Buono.

Una parte delle opere esposte sarà in vendita, altre (messe a disposizione da collezionisti) serviranno per raccontare lo spirito e il valore di quegli anni e di quella “Swinging Milano” che forse non esiste più. Il titolo dell’esibizione riprende proprio una breve storia di Guido Crepax e vuol trasmettere quest’idea di leggerezza, divertimento, speranza, positività e creatività libera da vincoli che ancor oggi pare mancare a tanti artisti... e perfino a lettori!

Qui di seguito un breve filmato su un’altra celebre mostra milanese, “La forma del tempo” alla Triennale Bovisa di Milano nel 2010:

martedì 9 giugno 2015

“Akira” in un film dal vero, forse ci siamo

Di un film dal vero su Akira si parla da anni. Il fumetto di Katsuhiro Ōtomo pubblicato nel 1982-1990 e trasposto in un seminale film d’animazione nel 1988 (giunto in Italia solo nel 1992 e tornato due anni fa nei cinema anche se per un solo giorno in occasione del suo 25° anniversario) è stato di fatto la testa di ponte della pacifica invasione dei manga in Italia... non molto diversamente da come nel 1978 la serie tv Atlas UFO Robot di Gō Nagai lo fu per gli anime.

La Warner Bros. ha chiamato lo sceneggiatore Marco Ramirez, già showrunner della recente e acclamata serie tv Daredevil prodotta da Netflix, a scrivere l’adattamento del film dal vero che si diceva anni fa doveva vedere Leonardo DiCaprio (che dovrebbe comunque produrre il film con Andrew Lazar ) nei panni del protagonista Kaneda, con Joseph Gordon-Levitt (che ora sta occupandosi del film di Sandman) in quelli di Tetsuo.

L’anno scorso si era parlato della regia affidata al catalano Jaume Collet-Serra, anche se la Warner ha poi drasticamente ridotto l’investimento iniziale: da 180 a 60 milioni di dollari. Come sempre per tutto quanto riguarda Hollywood, chi vivrà vedrà. Di certo il richiamo della storia di Ōtomo (che ha anche azzeccato l’assegnazione delle Olimpiadi a New Tokyo nel 2020) è fortissimo.

Qui sotto un interessante filmato sulle differenze fra manga e anime:

lunedì 8 giugno 2015

I diritti di Tintin... mai stati della società Moulinsart?

Sorprendente sentenza alla Corte dell’Aja sullo sfruttamento del celeberrimo fumetto Tintin.

Sabato 6 giugno il quotidiano NRC Handelsblad ha dato per primo la notizia secondo cui la Moulinsart, società che dal 1996 detiene i diritti di sfruttamento della creatura di Hergé, ha perso la battaglia legale contro la Hergé Genootschap, associazione di appassionati olandesi che utilizza immagini del celebre reporter senza chiederne il permesso.

La Corte internazionale ha ora dichiarato esplicitamente che la Moulinsart non può esercitare alcuna pretesa sulle immagini di Tintin... perché non ne possiede i diritti! La causa si è infatti conclusa a sfavore della società erede della Tintin Licensing (creata nel 1983 alla morte di Hergé) a causa di un contratto firmato dallo stesso Hergé nel 1942, in cui l’autore ha ceduto i diritti di tutte le sue opere alla Casterman, celebre casa editrice franco-belga, specializzata in fumetti e libri per bambini!

Il documento ha messo di fatto rimesso in discussione tutti i precedenti utilizzi di immagini di Tintin concessi dalla Moulinsart... che ora rischia di vedersi subissata di richieste di restituzioni di denaro. Di seguito il trailer del celebre adattamento in CGI di Steven Spielberg nel 2011:


e qui lo stesso regista che presenta l’app del fumetto per iPad:


sabato 6 giugno 2015

L’Universo Marvel tutto nuovo, tutto differente

Dopo una prima immagine su Mashable del nuovo Universo Marvel All-New, All-Different” che prenderà il posto di quello ben noto (nato negli anni Sessanta) dopo la saga Secret Wars, la Casa delle Idee – che tramite l’editor-in-chief Axel Alonso ha promesso notevoli cambiamenti fra i personaggi e le loro relazioni, con nuovi Hulk e Spider-Man, e il ritorno di Wolverine – ne ha diffusa un’altra, ancora disegnata da David Marquez, che presenta altri personaggi centrali.

Con di nuovo al centro Iron Man, portabandiera della nuova stagione cinematografica inaugurata dai Marvel Studios nel 2008, la prima testata dopo la conclusione della saga che rivoluzionerà l’universo marvelliano come mai prima d’ora sarà Invincible Iron Man scritta da Brian Michael Bendis per lo stesso Marquez: è molto probabile che, come tradizione, entro la San Diego Comic-Con del prossimo luglio avremo un quadro più completo.

“C4 Comic meets the Web”, da oggi a Sarzana (SP)

Il fumetto incontra sempre più il web. E come annunciato su FdC n.238 ora in edicola e fumetteria, tra oggi e domani si tiene a Sarzana (SP) la prima edizione dell’evento “C4 Comic Meets the Web”, con oltre quaranta ospiti dal mondo digitale e del fumetto.

Disegnatori, ma anche blogger e youtubers (finora pressoché snobbati e/o sottovalutatissimi, ora sempre più contesi per le nuove vie di comunicazione che consentono inedite echi pubblicitari... anche se un po’ di sano discernimento non guasta mai) sono infatti ospiti della prima edizione della manifestazione, sabato 6 e domenica 7 giugno alla Fortezza Firmafede della cittadina spezzina.

I protagonisti del fumetto vero e proprio incontreranno così i più recenti canali utilizzati per recensire e promuovere albi e strisce con tutto l’ampio mercato che le riguarda. Fra le mura si alterneranno gli incontri sul palco e saranno allestiti stand, mentre all’esterno sabato pomeriggio “Sketch Crawl” con la disegnatrice Sara Menetti e le persone che la seguiranno per le vie del centro storico a disegnare scorci e luoghi della città. Presso il Family Art Cafè di Abygaille workshop con Federico “Frank” Rossi dedicato ai più piccoli, per impare a disegnare il loro fumetto preferito. Nella due giorni poi sette disegnatrici realizzeranno diversi disegni per una lotteria benefica il cui ricavato andrà all’Associazione Vittoria contro la violenza sulle donne.

Prevendite presso la libreria Comic House di Daniele Pignatelli, qui tutte le informazioni sull’evento ligure, che domenica vedrà anche la presenza del nostro direttore editoriale Loris Cantarelli... perché il fumetto rimane su carta, ma ormai non più soltanto: vedremo gli sviluppi!

venerdì 5 giugno 2015

MI FAI: Matti Incontri di Fumetto Arte Illustrazione

Da oggi 5 a domenica 7 giugno, al parco dell’Idroscalo presso il Circolo Magnolia di Segrate (MI) si tiene l’XI edizione del MI AMI, il festival della Musica Importante a Milano organizzato dal portale Rockit. Da qualche anno alla manifestazione si accompagna il MI FAI, mini festival su fumetto, arte e illustrazione con ospiti come Tuono Pettinato e Giancarlo Ascari in arte Elfo, Sergio Varbella (autore di webcomics e reporter a fumetti del Festival) e l’illustratore Ale Giorgini, e ancora Cristina Portolano, Luigi Olivadoti, Alberto Fiocco, Vito Manolo Roma, Margherita Morotti e gli autori dell’etichetta Lök Zine. Per la prima volta il pittore Andrea Chiesi, storico autore delle cover dei Taccuini dei CSI, dipingerà durante il live della nuova formazione del gruppo.

Segnaliamo l’evento anche perché, fedeli al nostro osservatorio “Carta canta” sulle molteplici interazioni di musica e fumetto fin dal 2002 con il volume Carta canta pubblicato dal nostro editore (e ancora disponibile), lungo i tre giorni i due linguaggi s’incontrano a più riprese, dai live painting sul palco principale agli incontri con gli artisti: venerdì alle ore 22.10 Elisa Macellari disegna sulla musica di Riccardo Sinigallia, sabato alle ore 22.25 Cristina Portolano incontra Levante, domenica sera Margherita Morotti e Andrea Chiesi disegnano durante le esibizioni di Morgan (ore 22.05) e dei Post-CSI (ore 23.30).

Tre giorni di visioni illustrate non stop, “un esperimento luminoso tra disegno e musica finché i nostri orizzonti punteranno all’infinito”. Grazie a Moleskine, tutti i live painting e il reportage a fumetti saranno realizzati su taccuini A3, A4 e pocket: seguendo l’hashtag #moleskinestories su Twitter si possono ritrovare tutti i disegni realizzati durante il Festival.

giovedì 4 giugno 2015

“Corto Maltese”, la prima tavola senza Hugo Pratt

Questa mattina il il più longevo quotidiano transalpino Le Figaro ha pubblicato sul suo sito ufficiale la prima tavola del nuovo albo inedito di Corto Maltese (in Italia lo ha segnalato proprio oggi il Corriere della Sera), dal titolo Sous le soleil de minuit, nuova avventura del celebre marinaio con l’orecchino creato da Hugo Pratt (1927-1995) nel 1967, su sceneggiatura di Juan Dìaz Canales (già autore della serie Blacksad) e disegni di Rubén Pellejero (già autore con Jorge Zentner di Dieter Lumpen, avventuriero in qualche modo ispirato proprio a Corto).

Il diretto prosieguo delle avventure di Corto riprenderà la saga proprio da dove era rimasta, ovvero nel 1925 della storia Mu (1988-91), come ha spiegato Canales: “Siamo autori, e nel progetto finirà anche qualcosa di noi, ma l’idea è di essere molto fedeli al personaggio e, per quanto possibile, al suo aspetto grafico. Trattandosi di una continuazione della serie, siamo stati superscrupolosi con la cronologia e la bibliografia del personaggio”.

Il nuovo volume uscirà da Casterman in francese il prossimo mercoledì 30 settembre e sarà pubblicato in Italia da Rizzoli Lizard con il titolo Sotto il sole di mezzanotte a partire dal giorno seguente, 1° ottobre.

mercoledì 3 giugno 2015

Carrara Show, fra fumetti veri... e di marmo!

Secondo molti, i primi fumetti (seppur rudimentali e in copia unica) sono le incisioni rupestri dei primi uomini delle caverne... oltre 10 mila anni fa. L’ultimo dei 4 giorni di Carrara Show, ha visto ieri la presentazione di ben 16 illustrazioni straordinarie firmate da grandi illustratori e incise su marmo!

Il salone dei giochi e del fumetto tenutosi da sabato 30 maggio a ieri 2 giugno ha visto migliaia di visitatori partecipare a giochi vecchi e nuovi, assistere a spettacoli o essere protagonisti con gli youtubers più noti del momento, con 214 espositori (di cui 14 stranieri) su 25 mila mq. Grazie alla presenza di diverse aree tematiche (fumetto, videogame, entertainment, area Kids) la nuova manifestazione ha soddisfatto le aspettative degli appassionati oltre che di semplici curiosi, con il coinvolgimento delle scuole della provincia di Massa Carrara, oltre 250 eventi fra cui 50 incontri e presentazioni, 22 spettacoli con 7 concerti, 14 workshop e 25 tornei, con la presenza di 50 associazioni ludiche, culturali, sportive.

Fiore all’occhiello di questa prima edizione è stato “Fumetto su Marmo”, evento davvero unico e giustamente rappresentativo della realtà locale, realizzato in collaborazione con gli specialisti dello studio Tor Art e l’impianto di T&D Robotics. Un progetto complesso e affascinante che parte dal disegno a mano libera, poi scansionato e rielaborato da sofisticati macchinari in grado di incidere su sottili lastre di marmo bianco di Carrara, dando vita a vere e proprie opere d’arte. A cimentarsi con questa tecnica innovativa nel corso delle quattro giornate di manifestazione sono stati alcuni dei più noti illustratori italiani: Leo Ortolani (la cui immagine realizzata apre questo post) e Pedro Andreo, Silvia Tidei e Mario Del Pennino, Bigio e Giuseppe Di Bernardo, Bruno Brindisi e Lucio Parrillo, i Dentiblù e Fabio Civitelli, Giorgio Cavazzano e il Pitore di Santini alias Alfredo Castelli, Felinia e Federico Maria Sardelli, Capras e Tuono Pettinato, oltre al carrarino Emanuele “Manu” Tonini.

Ma come sempre, è difficile raccontare un festival a chi non c’era: a questi link ecco alcune foto della prima, la seconda, la terza e la quarta delle giornate di Carrara Show, che ha dato appuntamento all’edizione 2016 con nuove sorprese.