venerdì 31 luglio 2015

Leo Ortolani e i 1000 volti di Rat-Man

Il Rat-Man di Leo Ortolani non perde l’occasione di stupire ancora i suoi tantissimi fan! Panini Comics e Ortolani, in collaborazione con Infinite Statue, una divisione di Cosmic Group, presentano una straordinaria collezione di statuine in PVC dedicate alle folli incarnazioni del personaggio!

“Ho sempre fatto fumetti con la speranza che un giorno ne venissero realizzati i pupazzini collezionabili, lo confesso”, ha dichiarato Ortolani, “E adesso devo continuare a fare fumetti per avere più pupazzini collezionabili da realizzare. C’è qualcosa di malato, in tutto questo, ma adesso non ho tempo per pensarci, devo andare a giocare con il pupazzino di Rat-Man che sfida quello di Star Rats, ma all’improvviso, dal futuro, arriva il pupazzino Rat-800 che...”

La stupefacente capacità di Leo di spaziare con disinvoltura tra i generi, che ha regalato ai lettori delle versioni memorabili di Rat-Man nelle sue geniali parodie a fumetti, risulterà ancora più evidente in questa imperdibile collezione di statuine. Tutte le versioni più note e amate del personaggio creato da Ortolani troveranno spazio nella serie di figure 3D. Raccogliere ogni uscita sarà anche un’occasione nuova e originale di ripercorrere la storia di un vero fenomeno del fumetto italiano.

Curate fin nei minimi particolari e coloratissime, le statuine del protettore della Città Senza Nome arriveranno in edicola e fumetteria a cadenza mensile dal 5 novembre, insieme a un albo spillato di 8 pagine a colori, con le strisce più note di ciascun personaggio e tante altre sorprese. Ogni statuina, delle dimensioni di 7 cm circa, sarà contenuta in un blister da collezione, al prezzo di € 9,90.

Nell’immagine in alto, la (ovvia?) prima uscita della collezione, dedicata al Rat-Man “classico”, nella sua tipica posa eroica, mantello al vento e dito puntato al cielo.

giovedì 30 luglio 2015

Il disegno secondo Moebius, in diretta

Negli anni dal 1993 al 2000, il cineasta Sylvain Despretz ha realizzato una serie d’interviste con Jean Giraud in arte Moebius sul suo lavoro e le tecniche di disegno che preferiva.

Le decine di ore registrate su audiocassette e le centinaia di foto di Despretz di queste conversazioni avrebbero dovuto confluire in un volume destinato all’istante a diventare “una sorta di Bibbia per disegnatori e fans di tutti gli orizzonti”. Ma nessun editore si è finora arrischiato a dare l’okay all’iniziativa sul grande autore scomparso tre anni fa.

Despretz ha quindi aperto la pagina Facebook “Le dessin selon Moebius”, a cui si può aderire per sostenere il suo progetto: in bocca al lupo!

Di seguito una breve intervista a entrambi gli autori:

lunedì 27 luglio 2015

“Fumo di China” n. 240/241 in edicola e fumetteria

Con una razione “extra” di 8 pagine, è arrivato in edicola e fumetteria il doppio estivo FdC n.240/241 di luglio/agosto.

Dopo un editoriale che riassume alcune delle notizie sul fumetto fra quelle che ci bombardano ormai quotidianamente e i sempre numerosi progetti di film e telefilm tratti da personaggi nati di carta, le tradizionali news dal mondo (Italia, Francia, Stati Uniti e Giappone... più i 5 tweet più curiosi del mese), si apre il dossier dedicato agli horror moderni con cui, al di là dei nuovi campionari di orrore che tv e giornali ci mostrano ogni giorno, il fumetto ci aiuta a scoprire (per cercare di capirli meglio) i meandri della mente umana.

Nei suoi abituali approfondimenti che non trovate da nessun’altra parte (Internet compreso: e ancora non sappiamo se ridere o piangere!), questa volta FdC fa il punto sui serial più noti e di successo, con interviste all’eclettico sceneggiatore Giorgio Gusberti e al virtuoso disegnatore Maurizio Rosenzweig (su Dampyr e non soltanto), una disamina sulle testate horror tuttora in edicola e fumetteria (comprese le parodie e gli omaggi, più gli “annessi e connessi” a The Walking Dead) e debordando con la saga Punk is undead (di cui intervistiamo lo sceneggiatore Paolo Baron) in un nuovo aggiornamento del nostro osservatorio permanente “carta canta”, che come noto ci piace indagare fin dal 2002 con il volume Carta canta pubblicato dal nostro editore nel settembre 2002 (e ancora disponibile): spazio quindi alle autrici di Le verità di Bébé Donge da George Simenon e al nuovo manuale a fumetti di Herr Kompositor

Poi il nostro appassionante incontro “a tutto tondo” con Marcello Toninelli, che nei 750 anni di nascita dell’Alighieri ha dato una rinfrescata al “suo” Dante per una nuova edizione autunnale, un’intervista a Giuseppe Prisco sul continuo successo di Zagor, l’esclusivo incontro con Valeriano Scassa in arte Elfodiluce alias Wally Rainbow, un lungo articolo sulle rappresentazioni del cibo nel fumetto (dagli spinaci di Braccio di Ferro ai cinghiali di Obelix... e mille altre ancora!), un’intervista al lungimirante Lucio Staiano sui primi 15 anni di Shockdom nel web e su carta, i primi 50 anni del mensile linus celebrati da una mostra a Milano con l’intitolazione del giardino accanto al Wow Spazio Fumetto a “Oreste del Buono”, un reportage esclusivo dal Festival di Annecy (più l’incontro con Malika Ayane e Giovanni Caccamo per la Pixar italiana) e un’intervista ad Alexandre Heboyan, autore e regista con Benoît Philippon del film animato Mune - Il Guardiano dellaLuna, nonché una lunga chiacchierata con Marco Pellitteri sui legami e intrecci tra fumetti e videogiochi.

E ancora, le nostre celebri 7 pagine di recensioni per orientarsi nel mare magnum del fumetto proposto nelle edicole, fumetterie e librerie italiane, le rubriche pungenti come “Il Suggerimento” (per non perdere di vista uscite sfiziose), “Il Podio” (i top 3 del mese), “Pollice Verso” (un exploit in negativo), “Small Press Italia” (sulle produzioni indipendenti, a cura del Centro Fumetto “Andrea Pazienza” di Cremona), “Nuvolette Digitali” (la tradizionale rubrica sui fumetti on line, in costante crescita di qualità), “Letture d’Oltralpe” (sulle uscite francesi), “Il Rinoceronte in carica” (nuova rubrica con il debutto di Daniele Daccò, direttore editoriale del portale giornalistico Orgoglio Nerd)... e l’approfondimento di questo numero, sul più recente lungometraggio animato di Berserk.
Infine, le strisce di “Renzo & Lucia”, con testi e disegni inediti di Marcello!

Tutto questo e molto altro... a soli 4 euro: buona estate e buona lettura!

sabato 25 luglio 2015

10 letture a fumetti da “The New York Times”

Anche il prestigioso quotidiano The New York Times, tramite l’editor Dana Jennings, non ha resistito alla consuetudine tutta anglosassone – rinnovata dai siti web di tutto il mondo, inevitabilmente copia-incollata anche da quelli nostrani – di stilare liste per ogni cosa... buoni ultimi anche i fumetti consigliati per le fantomatiche “letture sotto l’ombrellone” (anche se forse i tempi sono cambiati).

In questo caso si tratta di 10 fumetti nuovi e vecchi in gran parte disponibili sotto diverse forme anche in Italia, che può vantare (il che nei siti in lingua inglese non è affatto pratica comune) una certa eterogeneità fra diverse tipologie di narrazioni con le nuvolette, con l’obiettivo molto startrekiano di “portarvi in luoghi dove non siete mai stati prima”.

La lista è visibile a questo link.

venerdì 24 luglio 2015

“One Piece” al... rush finale (o quasi)

Fin dal suo esordio su Weekly Shonen Jump il 19 luglio 1997, il manga One Piece di Eiichirō Oda – un mese fa entrato nel Guinness dei Primati – ha raggiunto oltre 30 Paesi (in Italia è pubblciato dalla Star Comics), avendo da poco raggiunto il 78° tankōbon della serie con una stampa iniziale di 3,8 milioni di copie.

Ora il manga sarebbe vicino al finale, secondo l’attuale redattore della serie Taku Sugita, apparso lo scorso venerdì 17 luglio nel programma radiofonico Gold Rush della radio J-Wave di Tōkyō. Oda avrebbe già in mente il finale e quanto manca alla fine, come si premura di spiegare a ogni nuovo editor della testata.

Sugita ha dichiarato che l’opera a fumetti forse più venduta al mondo (diciamo che se la gioca con Tex, che però esce dal settembre 1948) è a ridosso dell’80%, stimando un totale di circa 120 volumetti. Al ritmo attuale di 4 all’anno, significa che gli appassionati dei pirati più divertenti di sempre hanno ancora almeno un lustro di avventure inedite da gustarsi...

Qui sotto, la prima puntata della serie tv animata realizzata già con l’inizio del manga: 


giovedì 23 luglio 2015

Copertine animate... tra fumetto e illustrazione

I recenti episodi (anche italiani) di motion comics hanno come sempre diviso il pubblico tra favorevoli e contrari, verso semi-animazioni che ricordano i nostrani esperimenti di Gulp! (1972) e SuperGulp! (1977-81) nel mantenere fortemente le caratteristiche dei fumetti pur... “mettendoli in moto”.

Da qualche tempo, il sito statunitense Comics Alliance propone una scelta che sembra mettere d’accordo tutti: copertine animate in file gif create da autori intelligenti come ABVH, Brad Backofen, Kerry Callen e Jim Groom. Una delle più rappresentative è qui accanto, realizzata da Callen su Steve Ditko del 1963 per una delle storie più emozionanti dell’Uomo Ragno.

Anziché un singolo momento congelato in quella fissità “l’immobilità delle farfalle trafitte da uno spillone” di cui parlava Federico Fellini, ecco che celebri copertine si animano e sembrano raccontare la storia che conosciamo in maniera ancora più vivida.

Il consiglio è quello di visitare i siti web di ogni autore per un viaggio ancora più emozionante... tutto nato e cresciuto dentro l’amore per i fumetti.

mercoledì 22 luglio 2015

Nello studio di Frank Miller

Come segnalato più volte, da qualche tempo le nuove possibilità offerte dal web e dalle riprese facilitate dai recenti device permettono di entrare quasi fisicamente nei luoghi dove tanti fumettisti creano le loro opere.

Un mese fa è stato il Wall Street Journal Magazine a mostrare una bella immagine (scattata da Brian W. Ferry, qui accanto) dallo studio di Frank Miller, con il suo tavolo da disegno “comprato 25 anni fa in un negozio di antiquariato”, pennelli acquistati “da ogni parte del mondo. Ognuno ha una particolarità diversa. I migliori li ho trovati in Giappone”, il celebre cappello nero con cui appare da anni in pubblico, un originale di Daredevil per la Marvel, il suo epocale graphic novel Ronin (“un libro molto importante. È la prima cosa che ho realizzato in totale indipendenza da qualsiasi supervisione editoriale. Per me è stata una vera svolta”), uno dei tanti premi Eisner e un’action figure del suo Cavaliere Oscuro, il disco Desire (1975) di Bob Dylan e perfino le scarpe preferite dal cartoonist (per i più feticisti, sono Converse Chuck Taylor All Star).

Altri dettagli nell’articolo originale qui.

martedì 21 luglio 2015

XIX Riminicomix, premi Fossati e Fede a strisce

Tra le tante iniziative del XXXI festival Cartoon Club e della XIX mostra mercato Riminicomix meritano menzione particolare due premiazioni che da anni si tengono nell’occasione: il riconoscimento intitolato al giornalista e sceneggiatore Franco Fossati e il Premio Fede a Strisce “Roberto Ramberti”.

Il primo è un concorso nazionale – giunto alla sua XIX edizione – che riguarda tutte le opere di critica e saggistica sul fumetto realizzate da autori italiani, organizzato da Cartoon Club in collaborazione con la Fondazione Franco Fossati e il patrocinio delle associazioni ANAFI (Associazione Nazionale Amici del Fumetto e dell’Illustrazione) di Reggio Emilia, AnonimaFumetti di Torino e Centro Fumetto “Andrea Pazienza” di Cremona. Quest’anno il premio è andato all’unanimità al volume Rino Albertarelli. Maestria e versatilità di un talento innato, curato da Silvio Costa, Paolo Gallinari, Luigi Marcianò e Luciano Tamagnini per la stessa Anafi nel 2015.

Il secondo – arrivato alla decima edizione e dedicato alle opere a fumetti di ispirazione religiosa in senso latose l’è aggiudicato Sulla strada di Emmaus, con testi di Marco Madoglio e disegni di Angelo Bussacchini, pubblicato sul mensile Super G lo scorso aprile 2015, sulla celebre vicenda evangelica dell'incontro di Gesù risorto con due discepoli in cammino verso Emmaus, “per aver saputo rileggere a fumetti una storia antica (oppure biblica) con gusto e fedeltà, rendendo con perizia le emozioni e gli stati d'animo dei protagonisti. Il lettore viene coinvolto anche grazie alla tecnica grafico-pittorica che fornisce intensità alla narrazione, senza farle perdere fluidità”. Menzione speciale a Don Milani. Bestie, uomini e Dio, dello sceneggiatore Gabriele Ba con illustrazioni di Riccardo Pagliarini (Edizioni BeccoGiallo).

Alcune immagini della due premiazioni sono presenti rispettivamente qui e qui.

lunedì 20 luglio 2015

XIX Riminicomix, oltre 90 mila in festa

Un successo perfino al di là delle aspettative, con oltre 90 mila visitatori fra i 2500 metri quadrati di stand nella XIX Riminicomix (la più grande mostra mercato italiana gratuita), 250 cortometraggi animati proiettati nel nuovo PalaCartoon a ingresso completamente libero, oltre 90 ospiti italiani e internazionali, 6 mostre (che continuano fino a domenica 16 luglio), 7 premiazioni, 4 pubblicazioni speciali (presentate nell’immagine qui sopra nel cortile del Grand Hotel), 5 mila cosplayer allegri senza incidenti, 2 cene ufficiali con gli autori. Sono gli incredibili numeri di XXXI Cartoon Club, il Festival Internazionale del Cinema d’Animazione e del Fumetto, l’evento più colorato e animato dell’estate, nel piazzale intitolato a Federico Fellini sulla spiaggia davanti all’onirico Grand Hotel, fra collezionisti, appassionati e operatori di ogni età. 

Tra le anteprime nazionali (e non soltanto!), il mediometraggio L’Isola del Tesoro di Giuseppe Maurizio Laganà, una manciata di episodi (da 90 secondi) della nuovissima serie animata dei Peanuts, alcune sequenze del film Ant-Man (in uscita italiana il 12 agosto) e le primissime sequenze mostrate al mondo della nuova serie animata di Lupin III ambientata fra Italia e San Marino (compreso il comune di San Leo) con i loro doppiatori Stefano Onofri e Alessandra Korompay dal vivo!

Qui sotto, la presentazione delle pubblicazioni inedite create per loccasione:

venerdì 17 luglio 2015

40 anni con la Pimpa di Altan

Questo mese ricorrono i 40 anni della prima apparizione della Pimpa, il celebre fumetto per bambini (ormai uno dei pochi rimasti in Italia, dove paradossalmente si continua a pensare il fumetto come “roba da bambini”...).

Creata da Francesco Tullio-Altan (noto per le sue feroci vignette satiriche e graphic novel ancor più graffianti, in arte semplicemente Altan) per la figlia piccola Chicca che mentre stava imparando a guardare le figure e scoprire le parole gli chiese un cane, è una cagnolina bianca con buffi pallini rossi e lunghe orecchie, che parla come una bambina e vive insieme all’Armando, un signore in giacca e cravatta con un grosso naso e i baffi, “una specie di papà”.

Dal primo episodio sul Corriere dei Piccoli del 13 luglio 1975, il suo mondo si è popolato di tanti altri personaggi come il piccolo cane Tito, la giocherellona gatta Rosita, il pulcino Colombino appassionato di avventure, Coniglietto con i suoi pallini blu e, una notte di Natale, la piccola Olivia Paperina, curiosa di tutto. Oggi la Pimpa è protagonista di oltre 150 libri: oltre alle tante storie da leggere, ci sono libri per giocare, disegnare, imparare le prime parole. Poi ci sono i coloratissimi cartoni animati (3 serie dirette fra gli altri da Osvaldo Cavandoli ed Enzo d’Alò), i cd con canzoncine e ninna nanne e persino spettacoli teatrali dedicati: un mondo allegro e variopinto, quindi, perché, come dice Altan, “L'infanzia è un paradiso dove tutto è possibile, come andare sulla Luna poi tornare, la sera, nel proprio lettino” proprio come la Pimpa! Dal 1987 le sue storie escono tutti i mesi sulla rivista Pimpa, con “giochi e letture per bambini che crescono”, disponibile anche in digitale: il primo numero è gratuito.

Di seguito una bella intervista all’autore:


giovedì 16 luglio 2015

XIX Riminicomix, anche Dante a fumetti... in blocco!

Come sanno i nostri lettori più fedeli, il vulcanico Marcello è un amico di FdC fin dallo sbarco in edicola nel 1989, quando da socio del suo editore NED 50 scelse il grande formato che da allora ci contraddistingue e ancor oggi dà visibilità in quel gran bazar che sono divenute le edicole italiane negli ultimi vent’anni.

Nei decenni Marcello ci ha deliziato - e continua tuttora, rivisitando I promessi sposi del Manzoni ogni mese nell’ultima pagina di FdC tuttora in edicola e fumetteria - con le sue strisce satiriche (blandamente, ma non troppo) sulle umane virtù i umanissimi vizi, con un amore particolare per il mondo dantesco.

In anteprima alla XIX fiera Riminicomix ci sarà anche il doppio estivo FdC n.240/241 in cui giusto per i suoi 65 anni e in pieno 750° anniversario della nascita di Dante, Marcello ci racconta in una lunga intervista le sue mille esperienze di vita professionale e non... ancor più di quanto racconta sul suo blog (compreso il suo romanzo non a fumetti in cui l’Alighieri diventa... investigatore con l’amico pure poeta Cecco Angioleri, tuttora disponibile in formato cartaceo da Cartoon Club). 

E per l’occasione, i tre volumi con l’intera Divina Commedia a fumetti (ideata sui banchi di scuola e in edicola fin dal 1969...) sono disponibili in una irripetibile offerta a prezzo più che dimezzato! Come non approfittarne?

mercoledì 15 luglio 2015

XIX Riminicomix: inediti, mostre e cene con autori

Manca un solo giorno alla XIX fiera Riminicomix, da sempre la più grande a ingresso gratuito in tutt’Italia, all’interno del XXXI festival internazionale Cartoon Club che dal 1998 pubblica FdC: con l’occasione sarà già disponibile il tradizionale doppio estivo n.240/241 ricco di articoli, dettagli, approfondimenti e curiosità introvabili altrove.

Oltre alle occasioni paricolarissime come “Fumetti on the beach”, una cena zagoriana in un vero e proprio “Zagor Day” (con autori di prestigio come Branislav “Bane” Kerac, Mauro Laurenti e Nando Esposito fra gli altri) e una con Alfredo Castelli per i suoi 50 anni di carriera, meritano una visita le tante mostre allestite per l’occasione: “Seicento volte Zagor” al centro commerciale Le Befane, gli storici “Massimo Modula”, “Nadir Quinto” e “Favole di Venezia” attorno a Hugo Pratt all’Ala Nuova dei Musei Comunali, “Nel mezzo del cammin di una vignetta. Dante nei fumetti del mondo” e “Giuseppe Maurizio Laganà, di tutti i colori” al Museo della Città, “Don Camillo a fumetti” al Palazzo del Podestà in Piazza Cavour, “Zagor, le copertine” con tavole originali alla Palazzina Roma di Piazza Federico Fellini (dove si tengono tutti gli incontri con il pubblico) e “San Francesco nei fumetti” nel chiostro dei frati di Villa Verucchio (RN)... non lontano da dove viene stampato FdC.

Ma non è finita: oltre alla presenza di tanti autori e case editrici come la Sergio Bonelli Editore (il cui fondatore nel luglio 2011 tenne da noi il suo ultimo incontro pubblico), quattro albi a fumetti inediti, due attesissime proiezioni in anteprima mondiale (dalle nuove serie tv di Peanuts e Lupin III), da anni a Riminicomix vengono assegnati due riconoscimenti unici nel nostro Paese: il Premio Franco Fossati (dedicato ai libri italiani di saggistica sul fumetto) e il Premio Fede a Strisce (dedicato alle opere a fumetti con ispirazione religiosa), che saranno comunicati sabato 18 e domenica 19.

E per prolungare le (belle) emozioni fino in fondo, domenica 19 alle ore 21 Giancarlo Soldi ci presenterà il suo commovente documentario Nessuno siamo perfetti sul genio di Tiziano Sclavi, il cui trailer vi presentiamo qui sotto. Vi aspettiamo!

martedì 14 luglio 2015

“Vixen”, spin-off animato da “Arrow” e “The Flash”

Alla vigilia della 4 giorni XIX Riminicomix, all’interno del XXXI festival internazionale del cinema d’animazione, del fumetto e dei games Cartoon Club, continua a far notizia gli adattamenti cinetelevisivi dei fumetti, a cui abbiamo dedicato FdC n.239 ora in edicola e fumetteria, sulla linea delle icone pop celebrate dall’Annuario del Fumetto 2015 tuttora reperibile.

Ma accanto agli adattamenti del vero (come il brillante Ant-Man, di cui a Riminicomix saranno proiettati esclusivi “dietro le quinte”), il recente San Diego Comic-Con ha mostrato il primo trailer di Vixen, una serie animata nata dai recenti serial dal vero dedicati a The Flash e Arrow, che farà il suo debutto sul canale The CW il prossimo martedì 25 agosto.

Il personaggio di Mari Jiwe McCabe è stato ideato da Gerry Conway e Bob Oksner nel 1978 ed era previsto come il primo supereroe femminile africano della DC ad avere una propria testata, che uscì però nel 1981. Di seguito il trailer della serie animata:


lunedì 13 luglio 2015

XIX Riminicomix, anteprima mondiale di Lupin III

Come annunciato tre mesi fa, il celebre Lupin III (nato nei fumetti di Katsuhiko Katō in arte Monkey Punch nel 1967 e celebre per le serie tv in Italia replicate quasi senza interruzione fin dal 1979) torna in una fiammante serie tv animata, impreziosita da un’insolita ambientazione fra Italia e San Marino... e l’anteprima mondiale proprio nel Bel Paese, su Italia 1 dal prossimo 29 agosto, ogni sabato in seconda serata (ancor prima della messa in onda giapponese del prossimo ottobre).

Il nipote dell’originale ladro gentiluomo ideato da Manuel Leblanc nel 1907, con l’amata-odiata Fujiko (in qualche doppiaggio scriteriatamente doppiata Margot), il fidato Jigen e il silente Goemon mostrerà le prime immagini della nuova serie sabato 18 luglio all’interno della 4 giorni gratuita XIX fiera Riminicomix in Piazza Federico Fellini durante il XXXI festival Cartoon Club, di fronte allo storico Grand Hotel alle ore 21, presso la tensostruttura PalaCartoon. 

Saranno presenti, e premiati, i doppiatori di Lupin III (Stefano Onofri) e Fujiko Mine (Alessandra Korompay), che aggiungeranno emozione dando prova della loro bravura in un doppiaggio “in diretta” davanti al pubblico, con alcune scene fra cui una in cui Fujiko nomina in modo chiaro il comune di San Leo, del quale si vede poi un affascinante scorcio panoramico.

Al termine della proiezione dell'anteprima, si svolgerà un concerto di Cristina d’Avena, dal 1981 vocalist d’eccezione di innumerevoli sigle animate andate in onda alla tv italiana. Qui sotto il trailer della nuova serie di Lupin III, ambientata in Italia:

domenica 12 luglio 2015

XIX Riminicomix, le strisce animate dei Peanuts

Altro che 65 anni di... “noccioline”, come dice ironicamente il titolo originale della striscia interamente realizzata da Charles M. Schulz dal 2 ottobre 1950 al 13 febbraio 2000, proprio il giorno dopo la morte dell’autore.

La genialità della serie con il testardo Charlie Brown, il sognatore Snoopy, la scorbutica Lucy, il serafico Linus con l’inseparabile coperta, il pianista Schroeder patito di Beethoven... e poi la sorellina Sally, l’uccellino Woodstock, il fratellino Ripresa, il “maschiaccio” Piperita Patty e la secchiona Margie, il “polveroso” Pig-Pen conta oltre 18 mila strisce giornaliere e quasi 2500 tavole domenicali, tra morali filosofeggianti, citazioni evangeliche, attese del “Grande Cocomero”, sedute psichiatriche, disastrose partite a baseball, aquiloni che non voleranno mai, amori non corrisposti e... battaglie all’ultimo colpo con il micidiale Barone Rosso.

All’ormai prossima XIX Riminicomix del 16-19 luglio, il XXXI festival CartoonClub propone in anteprima la prossima serie animata in 3D, realizzata in Francia da Normaal Animation e France Télévisions, in collaborazione con Peanuts Worldwide, distribuita in Italia da Dall’Angelo Pictures (sui piccoli schermi italiani nell’autunno) e composta da 500 episodi da 90 secondi, con tutte le caratteristiche della sintesi delle strisce di Schulz.

Il 5 novembre 2015, un giorno prima degli USA, sarà inoltre nelle sale italiane il lungometraggio The Peanuts Movie (in Italia Snoopy & Friends - Il film dei Peanuts) diretto da Steve Martino e realizzato da Blue Sky Studios – quelli de L’era glaciale e Rio – con produzione 20th Century Fox, supervisione di Craig e Bryan Schulz (figlio e nipote di Charles).

Per tutto questo, domenica 19 alle ore 19.15 a Riminicomix nella palazzina Roma di Piazza Federico Fellini parleremo del grande amore per i personaggi di Schulz che sembra non avere mai fine, in una tavola rotonda con Federico Fiecconi (giornalista, critico e curatore di mostre internazionali), Roberto Grassilli (disegnatore per la rivista linus), Stefano Gorla (critico e storico, direttore Area Ragazzi San Paolo)... e forse anche con gli ospiti d’onore Alexis Lavillat (regista serie tv Peanuts) e Alice Delalande (coproduttore serie tv Peanuts)!

Di seguito il trailer italiano del nuovo film:


sabato 11 luglio 2015

XIX Riminicomix, nuovo “Don Camillo” a fumetti!

La saga di Don Camillo a fumetti è una realtà editoriale più unica che rara: la collana di ReNoir Comics, giunta già al nono volume italiano, è unica nella produzione del Bel Paese per librerie. L’obiettivo è altissimo: presentare in ordine cronologico tutti i 346 racconti scritto da Giovannino Guareschi e ambientati nel suo “Mondo Piccolo”. Finora abbiamo percorso il primo quinto della corsa, con una settantina di racconti pubblicati e già ristampati per soddisfare i lettori sempre in crescita.

In parallelo alla collana da libreria, la serie è già stata presentata come allegato “collaterale” con la Gazzetta di Parma (il più antico quotidiano d’Italia). I primi volumi sono già stati pubblicati anche in Francia, Germania e Corea del Sud. A curare la collana e scrivere la maggior parte dei racconti è lo sceneggiatore Davide Barzi.

Il XXXI festival Cartoon Club dedica al personaggio una mostra (la più ampia e completa realizzata sinora dedicata alla collana) da sabato 4 a domenica 26 luglio e un albo realizzato per l’occasione con una storia inedita con don Camillo e Peppone in ambientazione riminese. L’albo, intitolato “Suor Filomena”, scritto da Barzi e disegnato da Alberto Locatelli, è disponibile in anteprima presso lo stand Cartoon Club alla fiera XIX Riminicomix (in Piazza Federico Fellini, da giovedì 16 a domenica 19 luglio) e presso la mostra al Palazzo del Podestà. In esposizione si trovano le tavole della storia “Suor Filomena”, un’ampia selezione di tavole di tutti i disegnatori che hanno collaborato alla collana, tutte le copertine e il video “Mondo Piccolo, roba minima: Le periferie esistenziali in Giovannino Guareschi” con regia di Eugenio Bollani.

Nei quattro giorni di Riminicomix (16-19 luglio) Barzi e Locatelli saranno presenti presso lo stand di Cartoon Club per firmare l’albo, oltre a incontrare i lettori domenica 19 luglio alle ore 17.15 nella Palazzina Roma in Piazza Federico Fellini per una presentazione speciale. Qui sotto, una recente apparizione di Barzi in tv:

venerdì 10 luglio 2015

Stan Lee, Grant Morrison e i fumetti digitali

L’industria dell’intrattenimento va più sempre un’integrazione fra Oriente e Occidente, come sempre più evidente anche dai protagonisti dei film hollywoodiani (in cui fanno capolino sempre più spesso attori e capitali asiatici).

Alla recente San Diego Comic-Con, Stan Lee e Grant Morrison hanno annunciato una loro collaborazione in esclusiva con l’editore Graphic India per produrre fumetti digitali inediti sulla piattaforma Humble Bundle, fra cui Chakra The Invincible di Lee (dall’omonima serie animata creata per Cartoon Network India dal “Sorridente” nel 2013) e Avatarex (esordio web per Morrison, a capitoli di 6 pagine ogni due settimane).

Particolare non da poco, ogni lettore può scegliere quanto pagare e dal ricavato di ogni acquisto viene prelevata una parte (a scelta dello stesso acquirente) da devolvere ad associazioni come Worldreader e Medici Senza Frontiere.

Al di là delle ovvie considerazioni commerciali, è a tutti gli effetti un’indicazione positiva verso l’incontro di popoli e culture diverse che avviene attraverso il fumetto: un evento che non può che farci felici. Ecco un breve filmato dell’emozionante presentazione: 

giovedì 9 luglio 2015

“La Città Incantata”, i disegni salvano il mondo

Dal 10 al 12 luglio, nella splendida Civita di Bagnoregio (VT) si tiene un evento curioso fin dal titolo: “La Città Incantata - Meeting internazionale dei disegnatori che salvano il mondo”, 3 giorni sul mondo dell’animazione italiana, con ospiti illustri come Manfredo Manfredi (a cui è dedicata una mostra), Francesco Filippi (da anni al lavoro su un film a pupazzi animati), Gualtiero Cannarsi (adattatore per Lucky Red delle opere dello Studio Ghibli di Hayao Miyazaki e Isao Takahata), ma anche Leo Ortolani e altri ancora, con la direzione artistica di Luca Raffaelli.

Un “meeting” e non un “festival”, quindi nessun concorso o premiazione ma una serie di incontri e confronti sul mondo dell’animazione nel Bel Paese, a cui dedichiamo diverso spazio sia su FdC n.239 ora in edicola e fumetteria, sia sul prossimo doppio estivo n.240/241 in anteprima al XIX Riminicomix da giovedì 16 a domenica 19 luglio.

Maggiori informazioni si trovano al sito ufficiale.

mercoledì 8 luglio 2015

Anche “Dragonero” nella linea Young della Bonelli

Cominciano a trapelare alcune delle tante novità che “bollono in pentola” alla Bonelli, per contrastare efficacemente la continua erosione di copie nei prodotti tradizionali (anche se la “fase 2” di Dylan Dog per ora pare aver dato i suoi frutti, invertendo la tendenza).

Oltre a una prossima collana di graphic novel a colori (probabilmente cartonata) in cui s’inserirà l’atteso Monolith scritto da Roberto Recchioni e disegnato dal poliedrico Lorenzo Ceccotti in arte LRNZ (che come spieghiamo su FdC n.239 ora in edicola e fumetteria, attualmente è a Los Angeles per curarne un’adattamento su grande schermo), in un’intervista al mensile Best Movie Luca Enoch (che esordì proprio su FdC nel 1991), nel rispondere alla classica domanda sui progetti futuri ha dichiarato: “Stefano Vietti ed io stiamo adattando il mondo di Dragonero e i suoi protagonisti a una serie mensile in albi di 64 pagine a colori per un pubblico di età compresa tra gli 8 e 12 anni. Sono felice che la Bonelli abbia finalmente deciso di inaugurare una nuova linea per giovanissimi, di cui noi autori sentivamo fortemente la mancanza. Formare nuovi lettori e appassionarli al fumetto come linguaggio narrativo è un’esigenza primaria per il nostro futuro”.

Le più giovanili avventure di Dragonero si affiancheranno così al già annunciato progetto 4 Hoods e proseguiranno la multimedialità del cacciatore di draghi ideato da Enoch e Vietti ancora nel 1995 (come ci hanno raccontato gli autori su FdC n.216) già in autunno, con il secondo romanzo Mondadori (questa volta scritto da Enoch) che uscirà a Lucca, mentre – come ci diceva Vietti su FdC n.237, “dopo aver venduto un migliaio di copie il Gioco di Ruolo ufficiale ha in stampa la nuova avventura Sangue tra i flutti e alla Wyrd è già in lavorazione il sequel”... per non parlare del probabile nuovo motion comic bonelliano su Rai 4 che dovrebbe essere dedicato proprio a Ian Aranill, accanto alla ristampa a colori del primo dei Romanzi a Fumetti Bonelli che nel 2007 vide il debutto della saga.

Di seguito il trailer ufficiale della serie:


martedì 7 luglio 2015

“Outcast”, prime immagini dalla serie tv

Ne abbiamo parlato su FdC in occasione dell’uscita da saldaPress dell’edizione italiana realizzata ad hoc per l’edicola (100 pagine in formato bonelliano in b/n), ora con le notizie sul telefilm di Outcast - Il reietto arricchiamo il dossier sui fumetti dal vero al cinema e in tv che trovate sul n.239 ora in edicola e fumetteria.

Il canale via cavo Cinemax (di proprietà HBO, prestigiosa sussidiaria Time Warner) ha infatti diffuso le prime immagini della serie tv, tratta dal fumetto horror di Robert Kirkman (noto per le serie a fumetti The Walking Dead e Invincible, la prima delle quali ha come noto generato un’ancor più celebre serie tv) con i disegni di Paul Azaceta per l’etichetta Skybound della Image Comics, la cui messa in onda è prevista per l’anno prossimo.

Si tratta di due poster con l’attore Patrick Fugit, che verranno distribuiti durante la San Diego Comic-Con, in programma questa settimana dal 9 al 12 luglio.Qui sotto i due creatori della serie la presentano in un breve filmato: 

lunedì 6 luglio 2015

Il trasloco degli archivi DC Comics

Con la scelta strategica di spostare i propri uffici dalla storica sede newyorchese al 432 Fourth Avenue di Manhattan (annunciata due anni fa e concretizzatasi lo scorso aprile durante la pausa-reboot della saga Convergence, con tanto di tweet ufficiale e affettuosa risposta Marvel), la DC Comics ha traslocato a Burbank in California, per essere più vicino agli studi della casa madre Warner Bros.anche in prospettiva alle prossime produzioni su grande schermo... di cui parliamo in particolare su FdC n.239 ora in edicola e fumetteria.

Come in ogni trasloco che ognuno ha sperimentato sulla sua pelle (FdC l’ha fatto l’ultima volta nel 1998, dalla NED 50 di Milano a Cartoon Club di Rimini, che ci pubblica tuttora), con l’occasione si riscoprono materiali dimenticati o che non si vedono da anni.

La prestigiosa rivista The Hollywood Reporter (la prima a trattare esclusivamente argomenti dell’industria cinematografica, dagli anni Cinquanta allargatosi alla tv e negli Ottanta agli altri media) ha filmato un breve reportage che mostra quasi per la prima volta gli interni dell’archivio DC Comics dove erano raccolti memorabilia come materiali dai film e flipper in esclusiva, per non parlare degli oltre centomila albi a fumetti e 8 mila volumi che lo storico Steve Korté ha stimato essere stati trasportati in oltre 600 scatoloni.

Qui sotto lo storico filmato:

video

domenica 5 luglio 2015

Il Superman di Tim Burton con Nicolas Cage

Mentre la rivista Entertainment Weekly ha mostrato le prime immagini (con una copertina d’impatto) dall’atteso sequel del film L’Uomo d’Acciaio (2013) che a giugno 2016 vedrà per la prima volta su grande schermo lo scontro Batman v Superman: Dawn of Justice e svilupperà nuovi film sull’esempio dei Marvel Studios (come spiegato su FdC n.239 ora in edicola e fumetteria), grazie al documentario The Death of “Superman lives”: What Happened? realizzato del regista Jon Schnepp sul film di Kal-El mai girato da Tim Burton, il Los Angeles Times ha potuto mostrare il Sacro Graal di tutti i cinecomics: un filmato di Nicolas Cage che indossa per la prima volta il costume di Superman (alcune immagini erano già emerse nel 2009).

In lavorazione a metà anni Novanta, il film avrebbe avuto una sceneggiatura di Kevin Smith che propose Burton per la regia, in vista dell’uscita nell’estate 1998 per i 60 anni dell’esordio di Clark Kent in Action Comics. La pellicola entrò in pre-produzione nel giugno 1997, ma problemi di budget spinsero la Warner Bros. a nuove riscritture e ritardi, fino all’abbandono in aprile con Burton che si dedicò a Sleepy Hollow.

Dopo l’abbandono di Brainiac, Lex Luthor e Doomsday come avversari, il progetto riprese come Superman: Flyby per poi avere altre vicissitudini e giungere nelle sale profondamente modificato nel 2006 come Superman returns, nostalgico sequel di Bryan Singer (che già aveva adattato su grande schermo gli X-Men) al primo, epocale film con Christopher Reeve del 1978 da cui tutti i successivi di fatto sono figli più o meno legittimi.

Di seguito il trailer del documentario, con filmato inedito di quasi vent’anni fa:

sabato 4 luglio 2015

XIX Riminicomix, “Castelli Day” venerdì 17 luglio!

Lo abbiamo festeggiato con una lunga intervista su FdC n.234 all’inizio di quest’anno proprio mentre ricorreva il primo mezzo secolo di carriera del munifico Alfredo Castelli... e ora lo festeggeremo con un’intera giornata di festa, in un quanto mai non-superstizioso venerdì 17, durante la prossima edicizone della XIX mostra mercato del fumetto Riminicomix, all’interno del XXXI festival del Cinema d’Animazione, del Fumetto e dei Games di Cartoon Club, fra la tensostruttura in Piazza Federico Fellini e la Palazzina Roma di fronte al celebre Grand Hotel!

Anche il bollettino speciale dell’associazione culturale Nipoti di Martin Mystère celebra l’iniziativa, che vedrà l’incontro-spettacolo alla Palazzina Roma di venerdì 17 alle ore 19.15 festeggiare i  primi 50 anni del Buon Vecchio Zio Alfy “Dall’Omino Bufo a Martin Mystèrecon la presenza di Alfredo Castelli in persona, il rutilante disegnatore Daniele Caluri, l’appassionata autrice Laura Scarpa, l’inestimabile illustratore Lucio Filippucci e l’inarrivabile cesellatore Angelo Maria Ricci... più amici, seguaci e insospettabili uomini in nero ad assistere alla cerimonia.

Sarà anche realizzata per loccasione una specialissima... Maschera di Scheletrino, autografata di persona personalmente dal Pitore di Santini al suo incontro per i 50 anni! E per la serata, sarà possibile prenotare una cena esclusiva al ristorante Da Marco accanto al celebre Ponte di Tiberio con in omaggio 2 cartoline della serie Martin Mystère Cinema e una copia di FdC... oltre alla presenza del regista Alex Dante e l’interprete protagonista del divertente fan film Java e i predatori dell’albo perduto di cui parliamo nell’editoriale di FdC n.239 ora in edicola e fumetteria.

Con queste premesse, inutile dire che nessun lettore può mancare... come appare evidente anche dalle interviste raccolte qui sotto dalla Riminicomix di due anni fa: 

venerdì 3 luglio 2015

Moomin, un parco a tema in Giappone

Ne abbiamo parlato su FdC n.227 per i 100 anni dalla nascita della loro creatrice, la scandinava Tove Jansson, ora il sito ufficiale dei Moomin ha annunciato per il 2017 un parco a tema in Giappone a loro dedicato, chiamato Metsä (in finlandese, “foresta”).

Il luogo scelto per il parco (che sarà diviso in due parti: una “Moomin zone” e una “Public zone”) è nei dintorni del lago Miyazawa, nella città di Hanno, nell’area metropolitana di Tōkyō, luogo che ricorda molto da vicino i paesaggi finlandesi. 

In alto un’immagine della conferenza stampa, qui la pagina Facebook ufficiale e il prolifico profilo Twitter.

giovedì 2 luglio 2015

Grant Morrison e il suo Babbo Natale... “Anno Uno”

L’anno scorso, nella prestigiosa cornice del San Diego Comic-Con, l’arrembante Boom! Studios aveva annunciato l’avvio di una collaborazione con il poliedrico sceneggiatore scozzese Grant Morrison.

Lunedì scorso, la casa editrice newyorchese ha rivelato al seguitissimo sito Comic Book Resources la prima immagine e il titolo della sua nuova opera: disegnata da Dan Mora, Klaus racconterà in 6 numeri dal prossimo novembre (quindi in tempo per Natale)... nientemeno che le origini di Babbo Natale,  di fatto “un’epica fantasy per lettori di tutte le età”, più vicino alle radici del folclore europeo nato attorno a san Nicola di Bari e ben lontano dalla versione oggi prevalente, lanciata dalla Coca-Cola nel 1931 grazie alle splendide illustrazioni di Haddon Sundblom.

Vedremo gli sviluppi... probabilmente (ma con Morrison non è mai detto) tutt’altra forma rispetto a “Batman: Anno Uno” (1987) e alle successive storie che rileggono le origini dei supereroi più celebri.

mercoledì 1 luglio 2015

“Zagor” a quota 600... verso Riminicomix

Gli appassionati sanno che le avventure di Zagor (nato nel 1961 in formato striscia) escono dal 1965 nella collana antologica di ristampe Zenith Gigante, che visto il successo proseguì con le nuove storie dello Spirito con la Scure realizzate apposta per quella serie, dove esce tuttora.

Con il numero in edicola domani 2 luglio, il personaggio creato da Sergio Bonelli sotto pseudonimo di Guido Nolitta e dal disegnatore Gallieno Ferri giunge a quota 600, in un albo come da tradizione autoconclusivo e a colori, scritto da Jacopo Rauch e disegnato dall’immarcescibile Ferri, che ne ha realizzato anche la copertina... in un caso pressoché unico al mondo dopo oltre mezzo secolo, come segnalato anche dal documentario Noi, Zagor nei cinema italiani due anni fa, su cui in basso trovate un servizio filmato.

L’episodio vede il ritorno degli Akkroniani, spietati alieni in forma di rettili che si nutrono di sangue umano, apparsi nel 1980 e poi mai più... fino a oggi! “Un unico eroe potrà opporsi ai loro piani di conquista: il futuro dell’umanità è nelle mani dello Spirito con la Scure!”, dice il comunicato ufficiale bonelliano, come ogni presentazione eroica che si rispetti.

Qui si trovano alcune tavole in anteprima, in attesa dell’ulteriore albo “Streghe & Tesori” disponibile alla mostra mercato a ingresso gratuito XIX Riminicomix, in programma da giovedì 16 a domenica 19 luglio prossimi: in particolare segnaliamo agli appassionati lo “Zagor Day di sabato 18, con il
“Portfolio Zagor 600 a tiratura limitata (curato da Marco Grasso per il Forum ZTN) e una cena su prenotazione al celebre ristorante Auriga di Rimini (con Moreno Burattini, Mauro Laurenti, Marcello Mangiantini, Massimo Pesce, Gianni Sedioli, Marco Verni...): alle ore 17.15 parleremo di questo e altro in un incontro con il curatore e sceneggiatore Moreno Burattini e disegnatori Marco Verni, Gianni Sedioli, Marcello Mangiantini (autore della copertina del doppio estivo FdC n.240/241 che avremo in anteprima) e Mauro Laurenti!