lunedì 27 novembre 2017

Concorso per illustratori e fumettisti

L’editore multimediale Ala Bianca e l’Istituto “Ernesto de Martino” di Sesto Fiorentino (FI) presentano “Ama chi ti ama - I tempi della vita cantati dalle donne”, concorso per giovani illustratori e fumettisti sul tema della donna nella canzone popolare italiana.

La donna, nella canzone popolare italiana è protagonista. All’interno di questo patrimonio culturale la figura femminile è al centro di un racconto che va oltre la sfera del quotidiano e degli affetti e diventa testimonianza di creatività, passione, impegno civile e sociale. In occasione dell’8 marzo 2018, su questo tema Ala Bianca pubblicherà un cd con 43 brani tratti dallo storico catalogo dei Dischi del Sole (Edizioni Ala Bianca - Bella Ciao), la prestigiosa collana che a partire dagli anni Sessanta ha fatto conoscere al pubblico italiano un vasto repertorio di musica popolare e pubblicato opere di una nuova generazione di autori ed interpreti di canti folk e d’autore, sociali e di protesta.

I fumettisti e gli illustratori in età compresa fra i 15 e 35 anni, sono invitati a partecipare al concorso illustrando un brano assegnato loro dall’organizzazione e un secondo scelto a piacimento tra quelli elencati sul sito ufficiale. La scadenza per l’invio delle opere è il 20 dicembre 2017.

Le opere selezionate dalla giuria presieduta da Lorena Canottiere (autrice dell’immagine di copertina) verranno pubblicate nel libretto a corredo di ognuno dei brani e poi stampate su tavole di 30 × 30 cm incorniciate ed esposte in mostre itineranti in occasione di eventi di presentazione del progetto, per proporre e far conoscere ai ragazzi di oggi canzoni sconosciute ai più, lontane dai loro tempi e ritmi di vita, grazie a un nuovo sguardo offerto loro da coetanei di una nuova generazione di illustratori, fumettisti, disegnatori e vignettisti.

Il Regolamento completo e i materiali per partecipare al concorso sono disponibili sul sito ufficiale.

sabato 25 novembre 2017

Lucca Comics & Games 2017, com’erano le mostre

A ideale completamento del reportage esclusivo di FdC n.268 ora in edicola e fumetteria, vi forniamo un gustoso “extra” firmato dal nostro amico ed esperto Giovanni Nahmias:

Due sono i denominatori comuni, a volerli cercare, delle 7 mostre viste alla scorso fiera di Lucca, tanto diverse tra loro da esser indicate nello schema di presentazione all’ingresso in riquadri a scacchiera, quasi possano toccarsi solo con gli angoli. Il primo è a Palazzo Ducale: le sue stanze regali, i soffitti affrescati, le tele centenarie sono un velo di storia passata ma caldo, colorato e autorevole che ricopre ogni allestimento. Il secondo è un riferimento condiviso alla cultura pop, intesa come immaginario di massa che si estende a supporti e media che vanno oltre il fumetto, con anime sempre diverse incarnate dalle mode, dalle generazioni, dalle storie personali, dai sogni.

Apre il percorso Michael Whelan, autore del manifesto 2017. Non fa fumetti ma illustrazioni, copertine di dischi e libri, dipinti. Inventore di mondi è un grande artista del “realismo immaginario” e sa condensare in un’immagine i romanzi di Asimov, King, Lovecraft, Burroughs. Una mostra distinta, attraversata da un’intervista su diversi pannelli con disegni d’impatto, impeccabili, spettacolari, mai inquietanti e tutti con un pizzico di ironia e un forte potenziale narrativo.

Altro viaggio tra mondi possibili è la mostra di Igort, autore dalla forte personalità, che ama mettersi alla prova con storie sempre diverse per contesto, atmosfere, ritmo, tecnica e perfino gamma cromatica. Nonostante questo, l’eleganza vince su ogni ecclettismo e la sua mano è sempre riconoscibile. Igort a Lucca quest’anno ha presentato la nuova Oblomov Edizioni di cui è direttore artistico, con un catalogo che rispecchia perfettamente i suoi gusti raffinati.

Forse la mostra più compiuta e corposa è quella dedicata a Federico Bertolucci (l’italiano più nominato di sempre agli Eisner Awards, da poco intervistato su FdC n.259 e che abbiamo avuto il piacere di premiare personalmente lo scorso settembre con il 25° Premio U Giancu come miglior disegnatore), di cui si ripercorre tutta la carriera: d’impostazione tradizionale, con la matita è in grado di fotografare la realtà (quasi solo del mondo animale, con grande coerenza, pur spaziando tra generi narrativi diversi) in modo sempre toccante, isolando l’attimo più a fuoco: sa emozionare o raccontare una storia anche senza parole. Così sono i libri della serie Love (in Italia da Edizioni BD): in mostra i disegni a matita che l’autore compone e colora digitalmente nella tavola definitiva (bella l’idea di affiancare a ogni originale la riproduzione in scala ridotta della tavola pubblicata). Ci sono anche originali dalle altre esperienze editoriali (precedenti e successive), i quaderni d’artista (densi di disegni e spunti) e un’intervista video.

Autori di best seller, vincitori di Eisner Award, capaci di raccontare l’infanzia con romanzi di formazione che raggiungono il cuore di moltissimi giovani lettori in tutto il mondo: tutto questo accomuna il giapponese Taiyō Matsumoto (autore di Sunny) e la californiana Raina Telgemeier (12 milioni di copie vendute! Qui presentava l’ultimo libro Fantasmi): entrambi riconoscono un ruolo di protagonista all’amore come motore delle relazioni (in famiglia, tra amici, nella società). Le mostre che ce li raccontavano non potevano che avere il sapore di un assaggio, ma lo spessore artistico e la sostanza narrativa erano evidenti e ben valorizzati dagli allestimenti (entrambi con video a supporto).

Molto lontani tra loro (davvero?) invece gli ultimi due artisti: il mondo di Arianna Papini, illustratrice di pregio, con più di cento libri all’attivo, è fatto di colori pieni, animali in posa, ritratti con forme e in formati diversi. C’è una magia diffusa che ha il sapore dei sogni dei bimbi, dove le misure sono fuori registro e la simpatia ha una punta di malizia. Una mostra rigenerante.

Sio invece si è inventato un piccolo gioiellino: la mostra in una stanza per illustrare il suo viaggio “nel circolo polare artico”. La simpatia del racconto, la documentazione (dalle mappe alle foto), la maestria nel rendere il senso di un viaggio tra amici in dettagli divertenti e in flash a fumetti nel suo stile essenziale, sanno coinvolgere spettatori di tutte le età, con leggerezza e intelligenza.
Le mostre lucchesi sono sempre molto interessanti per gli stimoli di cui sono ricche, anche se forse manca – in un contesto anno dopo anno sempre più importante e istituzionale - qualcosa di meno legato al panorama contemporaneo e commerciale (sacrosanto) e più storico e analitico: il fumetto è arte centenaria e in un mosaico di mostre la tessera del classico o della riscoperta ci sta sempre bene (per capirci, come lo scorso anno l’omaggio raffinatissimo a Kamimura Kazuo).


giovedì 23 novembre 2017

“Fumo di China” n.268 in edicola e fumetteria

Come ogni fine mese, sta arrivando nelle migliori edicole e fumetterie d’Italia il nuovo FdC n.268, con una splendida copertina inedita di Stefano Turconi.

Dopo un editoriale sulle più recenti movimenti editoriali nel mercato del fumetto italiano, la striscia Paputsi firmata da Davide Barzi con Luca Usai & Gianfranco Florio e le tradizionali news dal mondo (Italia, Francia, Stati Uniti e Giappone, fra cui molte ben poco segnalate!), una lunga intervista alla coppia d’assi Teresa Radice & Stefano Turconi per la loro nuova fatica insieme Non stancarti di andare occupa l’intero dossier del mese, seguito da un nuovo incontro con autori che hanno debuttato su FdC per i 40 anni dalla rivista (scaricate sul nostro sito l’index 1978-2017 con l’elenco di tutti gli autori e i personaggi di cui abbiamo parlato fin qui in questi decenni!) dedicata all’affascinante Vanna Vinci.

Spazio poi a un’intervista inedita a Kieron Gillen (dai videogiochi alla Marvel, agli dèi di The Wicked + The Divine) e a un affettuoso ricordo “dietro le quinte” di Flo Steinberg (invisibile ma imprescindibile segretaria-redattrice di Stan Lee), un approfondimento ricco di curiosità sulla nuova collana Dragonero Adventures con gli autori Luca Enoch & Stefano Vietti, una lunga analisi della recente edizione della multiforme fiera Lucca Comics & Games 2017, la continua riscoperta dei 100 anni del signor Bonaventura (tra fumetti e altri media) e numerosi approfondimenti sul cinema d’animazione: un colloquio con Mehmet Kurtulus & Ayse Ünal sul film turco Bad Cat e gli exploit italiani di East End di Luca Scanferla e Giuseppe Squillaci e Gatta Cenerentola, oltre alla storia dal fumetto al film del giapponese In questo angolo di mondo.

E ancora, le nostre abituali 7 pagine di recensioni per orientarsi nel mare magnum del fumetto proposto nelle edicole, fumetterie e librerie italiane, le rubriche pungenti come “Strumenti” (sulla sempre più numerosa saggistica dedicata a fumetto, illustrazione e cinema d’animazione), “Il Suggerimento” (per non perdere di vista uscite sfiziose), “Il Podio” (i top 3 del mese), “Pollice Verso” (un exploit in negativo), “Il Rinoceronte in carica” (la rubrica di Daniele Daccò, direttore editoriale del portale giornalistico Orgoglio Nerd), “sFUMature” (la nuova rubrica disegnata di Giuliano Piccininno sul pazzo mondo dei fumetti e dei suoi abitanti), approfondimenti puntuali (questa volta sul Perfect Book di Ghost in the Shell, più i romanzi grafici di Emanuel Guibert, un curioso libro sui Restauratori e I tre moschettieri dell’animazione nipponica)... e le strisce di Renzo & Lucia, con testi & disegni di Marcello!

Tutto questo e altro ancora (anche acquistabile via PayPal dal nostro sito rinnovato!), a soli 4 euro: buona lettura!

martedì 31 ottobre 2017

Francesco e Lutero... in mostra a Lucca Comics!

Ci sono anche due fra i maggiori personaggi storici del Cristianesimo fra i protagonisti di Lucca Comics & Games di quest’anno, in un’iniziativa ecumenica organizzata dal Centro culturale “Pietro Martire Vermigli”, dalla diocesi cattolica e dalla Chiesa valdese che sarà inaugurata il 31 ottobre alle 17.30 nel tempio valdese di via Galli Tassi 50 e rimarrà aperta fino al 5 novembre. Nei giorni della festa della cultura pop più importante d’Europa, le due mostre “Nostro fratello d’Assisi” (un’antologia con i disegni di grandi autori dedicate a San Francesco) e “Lutero 500 anni dopo” (esposizione delle tavole di Filippo Cenni per l’albo Lutero pubblicato in Italia da Mondadori) sono l’occasione per uno scambio fraterno tra la comunità cattolica e quella valdese proprio a 5 secoli dalla Riforma.

La mostra su Lutero sarà allestita nella chiesa cattolica di San Cristoforo (in via Fillungo) offrendo, attraverso le tavole di Cenni (e una selezione di pagine dell’albo a colori), una suggestiva narrazione del percorso del grande riformatore, affascinante parte grafica dell’albo realizzato per l’editore francese Glénat con lo sceneggiatore Olivier Jouvray e lo storico Matthieu Arnold.

La mostra su Francesco, curata da Cartoon Club di Rimini che ogni anno organizza Riminicomix e ogni mese la rivista Fumo di China, sarà ospitata nel tempio valdese (in via Galli Tassi) con una panoramica di come grandi disegnatori abbiano interpretato il “poverello d’Assisi”: da Franco Caprioli ad Altan, da Dino Battaglia a John Buscema. Significativa anche la data scelta per l’inaugurazione: proprio il 31 ottobre di 500 anni fa, infatti, Martin Lutero affisse le 95 tesi sulle indulgenze, data che viene considerata l’inizio della Riforma protestante. Qui e qui alcuni minuti di filmati dell’inaugurazione dal nostro collaboratore Roberto Davide Papini.

Dopo l’antipasto con “Uno sguardo protestante sul fumetto” (prima esperienza avviata nel 2016 dal Centro “Vermigli” e dalla Chiesa valdese di Lucca, sulla scia del progetto condiviso “Fede e pensiero al presente”), l’iniziativa si inserisce nel solco della “nuova primavera ecumenica” che in questo 2017 ha visto molte occasioni in cui cattolici (a partire da papa Francesco) e protestanti hanno riflettuto insieme sull’attualità della Riforma, una cosa impensabile appena pochi anni fa.

Così, nel pomeriggio di sabato 4  novembre, alle 17, nella chiesa di San Cristoforo si terrà un incontro ecumenico di preghiera, canti, comunione e... fumetti, alla presenza delle due comunità e alla quale sono invitati i lucchesi e i visitatori di Lucca Comics & Games!

lunedì 23 ottobre 2017

“Fumo di China” n.267 in edicola e fumetteria

Come ogni fine mese, sta arrivando nelle migliori edicole e fumetterie d’Italia il nuovo FdC n.267, con una splendida e “diabolika” copertina inedita di Riccardo Nunziati.

Dopo un editoriale sulla mostra romana Mangasia e le tradizionali news dal mondo (Italia, Francia, Stati Uniti e Giappone, fra cui molte ben poco segnalate!), le interviste a Mario Gomboli sulle più recenti strategie “diabolike” (compresa la serie tv di Cattleya per Sky) e al disegnatore Riccardo Nunziati danno vita al dossier sui 55 anni del Re del Terrore, seguito dall’esordio di una serie di incontri in esclusiva su FdC (scaricate sul nostro nuovo sito l’index 1978-2017 con l’elenco di tutti gli autori e i personaggi di cui abbiamo parlato fin qui in questi decenni!) dedicati agli autori italiani più dediti al cosiddetto graphic journalism: si parte con Lelio Bonaccorso, autore per BeccoGiallo dell’intenso Sinai.

Quindi spazio a una lunga chiacchierata con Francesco Matteuzzi a partire dal suo fresco romanzo a fumetti Desert Route e a diverse altre nuove opere, un approfondimento sull’arte dello spagnolo Marcos Mateu-Mestre, tra cinema d’animazione e fumetti, nonché di un copioso “dietro le quinte” della storia conclusiva della saga di Lazarus Ledd insieme allo sceneggiatore Gianni Barbieri e alla disegnatrice Sara “SaX” Guidi (con le pagine conclusive ideate da Leo Ortolani!) e una lunga analisi dell’Eternauta, in occasione della riedizione italiana per il suo 60°, firmata dallo scomparso Carlos Trillo in un’edizione argentina nel 2004. Poi un riassunto inedito dei primi 5 anni del progetto Comics&Science direttamente dalla voce dell’editor Andrea Plazzi (fra i fondatori di FdC nel 1978) e di Roberto Natalini, direttore dell’Istituto per le Applicazioni del Calcolo al CNR.

E ancora, le nostre abituali pagine di recensioni per orientarsi nel mare magnum del fumetto proposto nelle edicole, fumetterie e librerie italiane, le rubriche pungenti come “Il Suggerimento” (per non perdere di vista uscite sfiziose), “Il Podio” (i top 3 del mese), “Pollice Verso” (un exploit in negativo), “Il Rinoceronte in carica” (la rubrica di Daniele Daccò, direttore editoriale del portale giornalistico Orgoglio Nerd), il nuovo spazio illustrato da Giuliano Piccininno (ogni volta una vignetta, una striscia o una mezza tavola sul pazzo mondo del fumetto), approfondimenti puntuali (questa volta su due volumi di Paolo Cossi che uniscono mirabilmente musica & fumetto e un altro in prosa dedicato a Martin Mystère)... per non perdere di vista nessun aspetto nel mondo della Nona Arte in Italia!

Tutto questo e altro ancora (anche acquistabile via PayPal dal nostro sito rinnovato!), a soli 4 euro: buona lettura!

martedì 17 ottobre 2017

Bookacomic, il crowdpublishing per fumetti

Lettori e autori di fumetti e graphic novel, giovani esordienti e affermati professionisti: in un settore dell’editoria non facile come quello del fumetto, una piattaforma virtuale unisce i due capi del processo creativo, autori e fruitori, nella realizzazione di progetti di qualità.

Grazie alla collaborazione tra bookabook e Comics&Business, è nata infatti bookacomic, la prima piattaforma di crowdpublishing italiana destinata esclusivamente alla realizzazione di fumetti e graphic novel. Un vero e proprio luogo di incontro, nel quale i lettori appassionati si vedranno coinvolti nei retroscena e nelle scelte di pubblicazione, mentre autori, più o meno affermati, potranno trovare il sostegno del proprio pubblico. Special guest del lancio ufficiale saranno Emanuel Simeoni, Andrea Scoppetta e Roberto Gagnor, i primi tre autori scelti per il lancio di bookacomic.

E quale occasione migliore per presentare al grande pubblico questa novità assoluta se non Lucca Comics & Games, lo storico festival internazionale del fumetto, cinema di animazione, illustrazione e gioco, divenuto oramai appuntamento imperdibile nelle agende di migliaia di appassionati? Il progetto bookacomic sarà presentato domenica 5 novembre dalle 16 nella Sala Eventi Caffetteria di Palazzo Ducale.

mercoledì 11 ottobre 2017

“Alias Comics” non lascia, raddoppia!

Grandi notizie per tutti i lettori di Alias Comics, il supplemento a fumetti del quotidiano il manifesto che da giugno e settembre ha riportato in auge la formula dei magazine d’autore: martedì 31 ottobre sarà in edicola Alias Comics - Nuova formula extra!, speciale brossurato di 128 pagine a colori che a soli € 8,50 raccoglierà tutte le storie già uscite sulla rivista, oltre a numerosi “dietro le quinte”: bozzetti, matite e storyboard realizzati nel corso della lavorazione, curiosità e aneddoti dalla viva voce degli autori, “pillole” di creatività… il tutto, in un formato A4 perfetto per valorizzare i fumetti e far bella mostra di sé in libreria.

Inoltre venerdì 3 novembre alle ore 11, nella prestigiosa cornice di Lucca Comics & Games 2017, Andrea Voglino e Diego Cajelli (Bravado), Onofrio Catacchio (Stella Rossa), Stefano Zattera (Brenda Cowgirl), Ariel Vittori (Oltregomma) e ospiti speciali incontrano il pubblico per parlare del futuro e omaggiare 25 fortunati con 25 copie firmate del volume.

Ma non solo: al netto di questo speciale celebrativo, la buona notizia è che l’avventura editoriale di Alias Comics non finisce quest’anno. Data l’accoglienza lusinghiera riservata all’inserto dal pubblico, la redazione sta già lavorando per riportarlo presto in edicola con nuove storie e nuovi autori. Per gli aggiornamenti del caso, è possibile visitare la pagina Facebook ufficiale dell’intero inserto culturale Alias.

Perché il buon fumetto non finisce mai!