giovedì 25 maggio 2017

“XL Comics” al Castello Malatestiano di Longiano

Nel ciclo di incontri con gli autori “Le ali della libellula”, organizzati dalla onlus Fondazione “Tito Balestra” per la primavera 2017 a cura di Flaminio e Massimo Balestra, alla Galleria d’arte moderna e contemporanea nel Castello Malatestiano di Longiano (FC) il prossimo sabato 10 giugno alle ore 18 Alberto Corradi, Massimo Giacon e David “Diavù” Vecchiato converseranno a margine del volume XL Comics (Panini Comics).

Al termine della presentazione i tre autori inaugureranno “XL Comics: una piccola mostra per grandi fumetti”, con tavole di AlePop, Alberto Corradi, Pino Creanza, Dr. Pira, Francesca Ghermandi, Massimo Giacon, Ale Giorgini, Maicol & Mirco, Ratigher, Squaz, Davide Toffolo, Tuono Pettinato e “Diavù” Vecchiato dall’esperienza del mensile XL Repubblica dal 2005 al 2013, raccolta nel volume nella quasi totalità delle storie a fumetti, con gli straordinari frutti di otto anni all’insegna dell’arte del fumetto, dei suoi eventi e della sua anima più squisitamente rock’n’roll.

A seguire, degustazione a cura di Nunc Est Bibendum, azienda vitivinicola di Umberto Giarola da Palazzuolo di Sona (VR). Come resistere al richiamo dell’arte?

mercoledì 24 maggio 2017

Le copertine illustrate in mostra a Verona

L’Istituto Design Palladio in collaborazione con la Biblioteca Civica, l’Assessorato alla Cultura del Comune di Verona e la Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori di Milano organizzano la mostra “Copertine illustrate Junior Mondadori: dal mondo per il mondo” (con la locandina che riprende la copertina di Quentin Blake per Ascolta il tuo cuore di Bianca Pitzorno) presso la Protomoteca della Biblioteca Civica di via Cappello 43, dal 25 maggio al 6 giugno.

L’inaugurazione ufficiale si tiene alle ore 17,30 di venerdì 26 maggio, preceduta da un incontro in Sala di Teologia alle ore 16 con Paolo D’Altan, fra i maggiori illustratori italiani e uno dei primi a promuovere l’illustrazione digitale, che dialogherà con Mauro Marchesi di “Editoria e illustrazione nella letteratura contemporanea per ragazzi”, più interventi di Raffaella Cristini, Agostino Contò, Margherita Forestan, Claudio Gallo.

La Biblioteca Civica di Verona conserva i libri per ragazzi progettati all’interno della Redazione Mondadori che fino a qualche tempo fa operava a Verona, e/o stampati prima in riva all’Adige, a partire dagli Anni Venti, e poi in altre città. In seguito al trasferimento della redazione a Milano, Margherita Forestan ha raccolto e consegnato alla Civica di Verona più di duemila volumi in lingua originale, di autori in precedenza tradotti e pubblicati da Mondadori. Questo patrimonio, titolo per titolo è già ordinato e catalogato, quindi consultabile sull’OPAC (ABV). 

La mostra vuol richiamare l’attenzione ai cambiamenti introdotti, con la collana Junior, sul mercato italiano, cambiamenti che riguardano spesso l’illustrazione di copertina, la scelta dei colori e, più in generale, l’impostazione grafica. Gli studenti dell’Istituto Design Palladio hanno selezionato i titoli per l’esposizione che ripercorre idealmente due decenni di storia editoriale e di storia dell’illustrazione nel nostro paese. Inoltre, insieme ai docenti dei corsi di Illustrazione & Comics e Visual Design, hanno curato l’allestimento, la stesura delle didascalie, la disposizione dei documenti, l’ordine espositivo in collaborazione con i dirigenti e il personale della Biblioteca Civica.

martedì 23 maggio 2017

“Piccole storie”... della foresta e del mare

Due amici, un tenero cagnolino e un intraprendente scoiattolo, partono all’avventura per far scoprire ai lettori più piccoli gli animali che popolano il nostro mondo, in una serie di coloratissimi libri a fumetti.

Ne abbiamo parlato nell’intervista su FdC n.259 a febbraio con il suo disegnatore: ReNoir Comics porta in Italia Piccole storie (in cartonati a colori da 32 pagine a 9,90 euro), la serie per bambini di Brrémaud e Federico Bertolucci, già pubblicata con successo in Francia, Stati Uniti e Germania. I due sono gli autori della celebrata serie Love (usciti finora La tigre, La volpe, Il leone e I dinosauri), vincitrice di premi internazionali e per cui Bertolucci è stato candidato come miglior disegnatore agli Eisner Award, gli Oscar del fumetto, nel 2016 e 2017.

Piccole storie nasce per raccontare altre storie di animali con un taglio adatto ai bambini. I protagonisti sono due amici, uno scoiattolo e un cagnolino, che girano il mondo con un aeroplanino di cartone o con un sommergibile portatile, esplorando i luoghi dove vivono gli animali. Le loro simpatiche avventure, raccontate in strisce a due colori, sono accompagnate da grandi tavole spettacolari dedicate agli animali che incontrano, dai cinghiali agli orsi, dai cervi volanti alle murene, dagli squali ai cavallucci marini. 

In appendice a ogni libro, brevi schede raccontano curiosità sulle creature incontrate. I primi due volumi della serie, Piccole storie della foresta e Piccole storie del mare, verranno presentati in anteprima allArf! festival di Roma dal 26 al 28 maggio e distribuiti in libreria e fumetteria da giugno. Qui sotto alcune tavole: buona lettura!





lunedì 22 maggio 2017

Guido Buzzelli, torna “La Trilogia” di graphic novel

Tragicomico e profondo, autore di storie fantastiche e visionarie pervase da un’amarissima vena di satira sociale, ferocemente critico verso il potere e la società dei consumi, Guido Buzzelli (1927-92) dominò la scena degli anni Sessanta e Settanta. Lo chiamavano “il Goya del fumetto” . Il precursore del moderno graphic novel torna con tre storie finalmente riedite grazie a Coconino Press, riunite in un prestigioso volume deluxe, con uno splendido dipinto inedito nella sovracoperta wraparound e una introduzione di Igort.

Un grandissimo disegnatore e pittore di taglio naturalistico, della scuola di illustratori come Achille Beltrame e Walter Molino. Dal punto di vista artistico questo era Buzzelli, un maestro che però per esprimersi aveva scelto il fumetto e la satira, perché con questi strumenti poteva comunicare meglio il suo messaggio beffardo e sconsolato, realisticamente aspro: una fotografia deformata delle debolezze e delle contraddizioni dell'umanità. Fu ribattezzato “il Goya del fumetto” e “il Michelangelo dei mostri” per la sua vocazione all’inquietante, all’oscuro, all’ossessivo. Ma anche per le sue lunghe storie fantastiche e visionarie, da antesignano del graphic novel, nelle quali metteva alla berlina fin dagli anni Sessanta i meccanismi del potere e la società dei consumi, la pubblicità, la televisione come Grande Fratello.

Ne sono un esempio i tre lunghi racconti riuniti nel nuovo volume: La rivolta dei racchi (lungo racconto pubblicato direttamente in volume nel 1967 come Almanacco di Lucca Comics) è la cronaca grottesca e tragicomica di una rivoluzione fallita e tradita (quello stesso anno su Sgt. Kirk usciva a puntate Una ballata del mare salato di Hugo Pratt...). I labirinti (1970) narra in chiave fantascientifica di un mondo post-catastrofe dove gli scienziati compiono atroci esperimenti. E Zil Zelub (1972), anagramma del cognome di Buzzelli, è la surreale avventura di un uomo qualunque che va letteralmente in pezzi.

Umanista per contrasto, Buzzelli si metteva sempre in scena nei suoi fumetti disegnando con continue varianti, surreali e grottesche, la denuncia di Pasolini: il grido di dolore per una società che ha abbracciato lo sviluppo senza progresso e annientato l’uomo. All’ ARF! festival il prossimo venerdì 26 maggio Milo Manara ricorderà il suo amico e maestro a 25 anni dalla scomparsa e a 50 da La rivolta dei racchi, da molti considerato il primo graphic novel italiano e finalmente disponibile nel nuovo volume, presentato in anteprima al Salone del Libro di Torino che si chiude oggi e poi in libreria.

martedì 16 maggio 2017

Nuove uscite per gli Oscar Ink di Mondadori

Da oggi in libreria e fumetteria 5 altri volumi del nuovo marchio Oscar Ink di Mondadori che ha appena debuttato questo mese (qui alcune tavole in anteprima). Due sono delle novità assolute: Monstress di Liu Marjorie & Sana Takeda, e Black Monday di Jonathan Hickman.

Monstress (208 pp, € 19) racconta di Maika, una sopravvissuta a cui la guerra si è presa il braccio sinistro: ora lo spaventoso potere che è in lei vuole prendersi il resto. Tra steampunk e Kaiju, l’acclamata, sontuosa, magnifica rivelazione del fumetto nippo-americano. Ambientato in una ucronica e suggestiva società asiatica matriarcale del primo Novecento, Monstress combina elementi del genere giapponese «kaiju» (quello dei mostri giganti e potentissimi come Godzilla) con contaminazioni estetiche di sapore steampunk. Sceneggiatura incalzante di taglio occidentale e sontuoso disegno dalle ascendenze manga già in questo Volume Uno: Risveglio.

Black Monday (240 pp, 20) racconta come dal crollo del 1929 alla crisi dei subprime del 2008, i grandi sommovimenti della finanza globale siano orchestrati da un circolo ristretto di burattinai... tutti emissari del demonio, evidente fin da questo Vol. 01.

Gli altri volumi (ristampe, ma di lusso) sono Palestina di Joe Sacco, Poema a fumetti di Dino Buzzati e Alan Ford: TNT edition di Max Bunker alias Luciano Secchi & Magnus (che raccoglie gli albi del 1969). Qui sotto tutte le copertine... e buona lettura! 








“Il tocco di Mida” dagli autori di “Adventure Time”

Un gruppo di ribelli galattici di diverse specie – incluso un dinosauro esperto di fisica quantistica – alla ricerca di un’arma per affrontare una Federazione affamata di potere, un misterioso pianeta invisibile ai radar in cui ogni cosa (tranne un corpo umano) sono stati trasformati in oro, un potere immenso che potrebbe cambiare per sempre il destino dell’intero Universo.

La mitologia incontra la fantascienza (e gli autori di Adventure Time): è la sintesi de Il tocco di Mida - The Midas Flesh, miniserie realizzata da Ryan North (noto anche per Jughead e L’Imbattibile Squirrel Girl), accompagnato dalle matite e i vibranti colori di Shelli Paroline e Braden Lamb (già in Adventure Time), portata al pubblico italiano grazie a Edizioni BD, che ha scelto di presentarla in un volume unico disponibile in libreria e fumetteria a partire da giovedì 18 maggio.

Cosa accadrebbe se realmente il corpo di Mida potesse trasformare in oro tutto ciò che tocca? E se questo straordinario potere venisse usato come fonte di reddito... o come arma di distruzione di massa? Oltre 200 pagine che uniscono dramma, ironia, civiltà aliene e surreali incontri sovrannaturali, in un pregiato volume cartonato con una copertina caratterizzata da una serie di impronte in lamina dorata. Il libro sarà inoltre disponibile nel circuito PopStore in un’edizione speciale di 500 esemplari, con una variant cover curata da  North in persona: è sua la mano che ha scritto gli appunti dorati in copertina, e dai suoi Dinosaur Comics (il webcomic che porta avanti dal 2003) viene la quarta, una striscia da cui, 5 anni prima dell’uscita, è nata l’idea de Il tocco di Mida.

Il volume s’inserisce nella nuova linea editoriale di Edizioni BD dedicata alla sci-fi: dopo The Disciples di Steve Niles e Il tocco di Mida, uscità presto l’antologia Punto di rottura - The Tipping Point, con 13 storie tra la fantascienza e il fantastico, realizzata da 14 visionari e pluripremiati autori come Naoki Urasawa, Paul Pope, Atsushi Kaneko, John Cassaday, Bastien Vivès, Taiyo Matsumoto. 

martedì 9 maggio 2017

“Annuario del Fumetto 2017” in edicola e fumetteria

Una copertina, filologicamente impeccabile, del kirbyano per eccellenza Leo Ortolani introduce il nuovo Annuario di FdC che fa il punto sui fumetti nell’era globale.

Mentre non accenna a diminuire l’incredibile offerta tra 30 mila edicole, 3 mila librerie e 300 fumetterie nel Bel Paese, nell’Annuario del Fumetto 2017 la redazione di FdC approfondisce la situazione italiana e internazionale, ragionando sulle mosse delle principali realtà editoriali e incontrando autori, editori e operatori del settore.

Il nostro omaggio al Re dei Comics “che disegnava in 3D anche quando lo faceva in 2D” (come ricorda sempre Leo), nel centenario della nascita, parte da un’intervista a Ortolani per poi raccontare appassionatamente l’intera carriera di Kirby, degli inizi e l’incontro con Joe Simon agli sviluppi “dietro le quinte” degli anni più celebri e innovativi con Stan Lee e la nascita dei maggiori eroi Marvel, la polemica con la Casa delle Idee e la rottura, il passaggio alla concorrente DC Comics con nuovi eroi (tutt’altro che minori, amatissimi anche se meno fortunati) e gli scampoli finali fino all’eredità creativa nell’immaginario collettivo di oggi con i film e telefilm di Hollywood.

E poi interviste a Matteo Buffagni (dai supereroi a Diabolik), Stefano Gorla (fino al 2016 direttore a il Giornalino e Gbaby oltre a Super G), Massimo Dall’Oglio (“mangaka bonelliano” intervistato dal nostro ex redattore Federico Memola su fantascienza e influenze degli stilemi d’Oriente e Occidente), Carlo Ambrosini (sul ritorno del suo Napoleone), Elena Mirulla (che dopo le Sexy Tales ci presenta Super Tits) e le immancabili “Pagine Gialle del Fumetto Italiano”: tutti gli indirizzi aggiornati di agenzie, associazioni, editori, fiere, scuole, fumetterie, siti...

Spazio quindi alla disamina tradizionalmente “senza peli sulla lingua” sul mercato nazionale: alcuni numeri, parziali ma significativi, le tendenze del mercato statunitense e una panoramica su quelli italiano, franco-belga e giapponese, più alcune curiosità poco segnalate perfino dal web.

E infine, le tradizionali “top 5” di redattori e collaboratori di Fumo di China, più le 5 migliori ristampe in assoluto. Tutto questo ancora (ora anche acquistabile via PayPal dal nostro sito rinnovato!), in 64 pagine tutte a colori... a soli 7 euro in edicola e in fumetteria: buona lettura!

lunedì 8 maggio 2017

“March” a fumetti, le prime tavole in anteprima

La lunga marcia per i diritti civili negli USA parte da lontano e non è ancora finita. “Forse gli americani lo hanno dimenticato. E pochi hanno più titoli di John Lewis per ricordarci che aspetto ha la democrazia”, ha scritto l’autorevole The New York Times.

A pochi mesi dal secondo mandato di un presidente afroamericano, forse tendiamo a pensare che i risultati conseguiti dal movimento per i diritti civili siano stati un atto dovuto della democrazia, quasi un esito inevitabile del progresso sociale. Furono invece la dolorosa conquista di uomini e donne, spesso giovanissimi, che dovettero patire violenze indicibili lungo il corso di una protratta stagione di disciplina quotidiana, di addestramento alla non violenza, di determinazione incrollabile verso uno storico obiettivo di giustizia. John Lewis, protagonista principe di quella stagione, consegna oggi a questo acclamato memoir in forma di graphic novel il vivido racconto dall’interno della lunga, e a oggi incompiuta, marcia americana per l’uguaglianza.

March. Libro uno apre una trilogia che, con testi di John Lewis e Andrew Aydin, disegni di Nate Powell, grafica e lettering italiano dello Studio RAM di Bologna, inaugura – insieme a Escobar:El Patrón – il nuovo marchio Oscar Ink di Mondadori. Le librerie laFeltrinelli di Milano Piazza Piemonte (dal 12 maggio al 6 giugno), Napoli Piazza Martiri (dal 9 giugno al 2 luglio), Palermo via Cavour (da luglio ad agosto) e Roma Galleria Alberto Sordi in Piazza Colonna (a settembre) dedicano alla storia una mostra con 20 tavole.

Qui sotto, dopo la copertina in apertura di post, trovate le prime tavole dell’opera (tutte sono © 2013 John Lewis & Andrew Aydin e © 2017 Mondadori Libri S.p.A., Milano):

...il seguito in libreria e fumetteria: buona lettura!