giovedì 25 maggio 2017

“XL Comics” al Castello Malatestiano di Longiano

Nel ciclo di incontri con gli autori “Le ali della libellula”, organizzati dalla onlus Fondazione “Tito Balestra” per la primavera 2017 a cura di Flaminio e Massimo Balestra, alla Galleria d’arte moderna e contemporanea nel Castello Malatestiano di Longiano (FC) il prossimo sabato 10 giugno alle ore 18 Alberto Corradi, Massimo Giacon e David “Diavù” Vecchiato converseranno a margine del volume XL Comics (Panini Comics).

Al termine della presentazione i tre autori inaugureranno “XL Comics: una piccola mostra per grandi fumetti”, con tavole di AlePop, Alberto Corradi, Pino Creanza, Dr. Pira, Francesca Ghermandi, Massimo Giacon, Ale Giorgini, Maicol & Mirco, Ratigher, Squaz, Davide Toffolo, Tuono Pettinato e “Diavù” Vecchiato dall’esperienza del mensile XL Repubblica dal 2005 al 2013, raccolta nel volume nella quasi totalità delle storie a fumetti, con gli straordinari frutti di otto anni all’insegna dell’arte del fumetto, dei suoi eventi e della sua anima più squisitamente rock’n’roll.

A seguire, degustazione a cura di Nunc Est Bibendum, azienda vitivinicola di Umberto Giarola da Palazzuolo di Sona (VR). Come resistere al richiamo dell’arte?

mercoledì 24 maggio 2017

Le copertine illustrate in mostra a Verona

L’Istituto Design Palladio in collaborazione con la Biblioteca Civica, l’Assessorato alla Cultura del Comune di Verona e la Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori di Milano organizzano la mostra “Copertine illustrate Junior Mondadori: dal mondo per il mondo” (con la locandina che riprende la copertina di Quentin Blake per Ascolta il tuo cuore di Bianca Pitzorno) presso la Protomoteca della Biblioteca Civica di via Cappello 43, dal 25 maggio al 6 giugno.

L’inaugurazione ufficiale si tiene alle ore 17,30 di venerdì 26 maggio, preceduta da un incontro in Sala di Teologia alle ore 16 con Paolo D’Altan, fra i maggiori illustratori italiani e uno dei primi a promuovere l’illustrazione digitale, che dialogherà con Mauro Marchesi di “Editoria e illustrazione nella letteratura contemporanea per ragazzi”, più interventi di Raffaella Cristini, Agostino Contò, Margherita Forestan, Claudio Gallo.

La Biblioteca Civica di Verona conserva i libri per ragazzi progettati all’interno della Redazione Mondadori che fino a qualche tempo fa operava a Verona, e/o stampati prima in riva all’Adige, a partire dagli Anni Venti, e poi in altre città. In seguito al trasferimento della redazione a Milano, Margherita Forestan ha raccolto e consegnato alla Civica di Verona più di duemila volumi in lingua originale, di autori in precedenza tradotti e pubblicati da Mondadori. Questo patrimonio, titolo per titolo è già ordinato e catalogato, quindi consultabile sull’OPAC (ABV). 

La mostra vuol richiamare l’attenzione ai cambiamenti introdotti, con la collana Junior, sul mercato italiano, cambiamenti che riguardano spesso l’illustrazione di copertina, la scelta dei colori e, più in generale, l’impostazione grafica. Gli studenti dell’Istituto Design Palladio hanno selezionato i titoli per l’esposizione che ripercorre idealmente due decenni di storia editoriale e di storia dell’illustrazione nel nostro paese. Inoltre, insieme ai docenti dei corsi di Illustrazione & Comics e Visual Design, hanno curato l’allestimento, la stesura delle didascalie, la disposizione dei documenti, l’ordine espositivo in collaborazione con i dirigenti e il personale della Biblioteca Civica.

martedì 23 maggio 2017

“Piccole storie”... della foresta e del mare

Due amici, un tenero cagnolino e un intraprendente scoiattolo, partono all’avventura per far scoprire ai lettori più piccoli gli animali che popolano il nostro mondo, in una serie di coloratissimi libri a fumetti.

Ne abbiamo parlato nell’intervista su FdC n.259 a febbraio con il suo disegnatore: ReNoir Comics porta in Italia Piccole storie (in cartonati a colori da 32 pagine a 9,90 euro), la serie per bambini di Brrémaud e Federico Bertolucci, già pubblicata con successo in Francia, Stati Uniti e Germania. I due sono gli autori della celebrata serie Love (usciti finora La tigre, La volpe, Il leone e I dinosauri), vincitrice di premi internazionali e per cui Bertolucci è stato candidato come miglior disegnatore agli Eisner Award, gli Oscar del fumetto, nel 2016 e 2017.

Piccole storie nasce per raccontare altre storie di animali con un taglio adatto ai bambini. I protagonisti sono due amici, uno scoiattolo e un cagnolino, che girano il mondo con un aeroplanino di cartone o con un sommergibile portatile, esplorando i luoghi dove vivono gli animali. Le loro simpatiche avventure, raccontate in strisce a due colori, sono accompagnate da grandi tavole spettacolari dedicate agli animali che incontrano, dai cinghiali agli orsi, dai cervi volanti alle murene, dagli squali ai cavallucci marini. 

In appendice a ogni libro, brevi schede raccontano curiosità sulle creature incontrate. I primi due volumi della serie, Piccole storie della foresta e Piccole storie del mare, verranno presentati in anteprima allArf! festival di Roma dal 26 al 28 maggio e distribuiti in libreria e fumetteria da giugno. Qui sotto alcune tavole: buona lettura!





lunedì 22 maggio 2017

Guido Buzzelli, torna “La Trilogia” di graphic novel

Tragicomico e profondo, autore di storie fantastiche e visionarie pervase da un’amarissima vena di satira sociale, ferocemente critico verso il potere e la società dei consumi, Guido Buzzelli (1927-92) dominò la scena degli anni Sessanta e Settanta. Lo chiamavano “il Goya del fumetto” . Il precursore del moderno graphic novel torna con tre storie finalmente riedite grazie a Coconino Press, riunite in un prestigioso volume deluxe, con uno splendido dipinto inedito nella sovracoperta wraparound e una introduzione di Igort.

Un grandissimo disegnatore e pittore di taglio naturalistico, della scuola di illustratori come Achille Beltrame e Walter Molino. Dal punto di vista artistico questo era Buzzelli, un maestro che però per esprimersi aveva scelto il fumetto e la satira, perché con questi strumenti poteva comunicare meglio il suo messaggio beffardo e sconsolato, realisticamente aspro: una fotografia deformata delle debolezze e delle contraddizioni dell'umanità. Fu ribattezzato “il Goya del fumetto” e “il Michelangelo dei mostri” per la sua vocazione all’inquietante, all’oscuro, all’ossessivo. Ma anche per le sue lunghe storie fantastiche e visionarie, da antesignano del graphic novel, nelle quali metteva alla berlina fin dagli anni Sessanta i meccanismi del potere e la società dei consumi, la pubblicità, la televisione come Grande Fratello.

Ne sono un esempio i tre lunghi racconti riuniti nel nuovo volume: La rivolta dei racchi (lungo racconto pubblicato direttamente in volume nel 1967 come Almanacco di Lucca Comics) è la cronaca grottesca e tragicomica di una rivoluzione fallita e tradita (quello stesso anno su Sgt. Kirk usciva a puntate Una ballata del mare salato di Hugo Pratt...). I labirinti (1970) narra in chiave fantascientifica di un mondo post-catastrofe dove gli scienziati compiono atroci esperimenti. E Zil Zelub (1972), anagramma del cognome di Buzzelli, è la surreale avventura di un uomo qualunque che va letteralmente in pezzi.

Umanista per contrasto, Buzzelli si metteva sempre in scena nei suoi fumetti disegnando con continue varianti, surreali e grottesche, la denuncia di Pasolini: il grido di dolore per una società che ha abbracciato lo sviluppo senza progresso e annientato l’uomo. All’ ARF! festival il prossimo venerdì 26 maggio Milo Manara ricorderà il suo amico e maestro a 25 anni dalla scomparsa e a 50 da La rivolta dei racchi, da molti considerato il primo graphic novel italiano e finalmente disponibile nel nuovo volume, presentato in anteprima al Salone del Libro di Torino che si chiude oggi e poi in libreria.

martedì 16 maggio 2017

Nuove uscite per gli Oscar Ink di Mondadori

Da oggi in libreria e fumetteria 5 altri volumi del nuovo marchio Oscar Ink di Mondadori che ha appena debuttato questo mese (qui alcune tavole in anteprima). Due sono delle novità assolute: Monstress di Liu Marjorie & Sana Takeda, e Black Monday di Jonathan Hickman.

Monstress (208 pp, € 19) racconta di Maika, una sopravvissuta a cui la guerra si è presa il braccio sinistro: ora lo spaventoso potere che è in lei vuole prendersi il resto. Tra steampunk e Kaiju, l’acclamata, sontuosa, magnifica rivelazione del fumetto nippo-americano. Ambientato in una ucronica e suggestiva società asiatica matriarcale del primo Novecento, Monstress combina elementi del genere giapponese «kaiju» (quello dei mostri giganti e potentissimi come Godzilla) con contaminazioni estetiche di sapore steampunk. Sceneggiatura incalzante di taglio occidentale e sontuoso disegno dalle ascendenze manga già in questo Volume Uno: Risveglio.

Black Monday (240 pp, 20) racconta come dal crollo del 1929 alla crisi dei subprime del 2008, i grandi sommovimenti della finanza globale siano orchestrati da un circolo ristretto di burattinai... tutti emissari del demonio, evidente fin da questo Vol. 01.

Gli altri volumi (ristampe, ma di lusso) sono Palestina di Joe Sacco, Poema a fumetti di Dino Buzzati e Alan Ford: TNT edition di Max Bunker alias Luciano Secchi & Magnus (che raccoglie gli albi del 1969). Qui sotto tutte le copertine... e buona lettura! 








“Il tocco di Mida” dagli autori di “Adventure Time”

Un gruppo di ribelli galattici di diverse specie – incluso un dinosauro esperto di fisica quantistica – alla ricerca di un’arma per affrontare una Federazione affamata di potere, un misterioso pianeta invisibile ai radar in cui ogni cosa (tranne un corpo umano) sono stati trasformati in oro, un potere immenso che potrebbe cambiare per sempre il destino dell’intero Universo.

La mitologia incontra la fantascienza (e gli autori di Adventure Time): è la sintesi de Il tocco di Mida - The Midas Flesh, miniserie realizzata da Ryan North (noto anche per Jughead e L’Imbattibile Squirrel Girl), accompagnato dalle matite e i vibranti colori di Shelli Paroline e Braden Lamb (già in Adventure Time), portata al pubblico italiano grazie a Edizioni BD, che ha scelto di presentarla in un volume unico disponibile in libreria e fumetteria a partire da giovedì 18 maggio.

Cosa accadrebbe se realmente il corpo di Mida potesse trasformare in oro tutto ciò che tocca? E se questo straordinario potere venisse usato come fonte di reddito... o come arma di distruzione di massa? Oltre 200 pagine che uniscono dramma, ironia, civiltà aliene e surreali incontri sovrannaturali, in un pregiato volume cartonato con una copertina caratterizzata da una serie di impronte in lamina dorata. Il libro sarà inoltre disponibile nel circuito PopStore in un’edizione speciale di 500 esemplari, con una variant cover curata da  North in persona: è sua la mano che ha scritto gli appunti dorati in copertina, e dai suoi Dinosaur Comics (il webcomic che porta avanti dal 2003) viene la quarta, una striscia da cui, 5 anni prima dell’uscita, è nata l’idea de Il tocco di Mida.

Il volume s’inserisce nella nuova linea editoriale di Edizioni BD dedicata alla sci-fi: dopo The Disciples di Steve Niles e Il tocco di Mida, uscità presto l’antologia Punto di rottura - The Tipping Point, con 13 storie tra la fantascienza e il fantastico, realizzata da 14 visionari e pluripremiati autori come Naoki Urasawa, Paul Pope, Atsushi Kaneko, John Cassaday, Bastien Vivès, Taiyo Matsumoto. 

martedì 9 maggio 2017

“Annuario del Fumetto 2017” in edicola e fumetteria

Una copertina, filologicamente impeccabile, del kirbyano per eccellenza Leo Ortolani introduce il nuovo Annuario di FdC che fa il punto sui fumetti nell’era globale.

Mentre non accenna a diminuire l’incredibile offerta tra 30 mila edicole, 3 mila librerie e 300 fumetterie nel Bel Paese, nell’Annuario del Fumetto 2017 la redazione di FdC approfondisce la situazione italiana e internazionale, ragionando sulle mosse delle principali realtà editoriali e incontrando autori, editori e operatori del settore.

Il nostro omaggio al Re dei Comics “che disegnava in 3D anche quando lo faceva in 2D” (come ricorda sempre Leo), nel centenario della nascita, parte da un’intervista a Ortolani per poi raccontare appassionatamente l’intera carriera di Kirby, degli inizi e l’incontro con Joe Simon agli sviluppi “dietro le quinte” degli anni più celebri e innovativi con Stan Lee e la nascita dei maggiori eroi Marvel, la polemica con la Casa delle Idee e la rottura, il passaggio alla concorrente DC Comics con nuovi eroi (tutt’altro che minori, amatissimi anche se meno fortunati) e gli scampoli finali fino all’eredità creativa nell’immaginario collettivo di oggi con i film e telefilm di Hollywood.

E poi interviste a Matteo Buffagni (dai supereroi a Diabolik), Stefano Gorla (fino al 2016 direttore a il Giornalino e Gbaby oltre a Super G), Massimo Dall’Oglio (“mangaka bonelliano” intervistato dal nostro ex redattore Federico Memola su fantascienza e influenze degli stilemi d’Oriente e Occidente), Carlo Ambrosini (sul ritorno del suo Napoleone), Elena Mirulla (che dopo le Sexy Tales ci presenta Super Tits) e le immancabili “Pagine Gialle del Fumetto Italiano”: tutti gli indirizzi aggiornati di agenzie, associazioni, editori, fiere, scuole, fumetterie, siti...

Spazio quindi alla disamina tradizionalmente “senza peli sulla lingua” sul mercato nazionale: alcuni numeri, parziali ma significativi, le tendenze del mercato statunitense e una panoramica su quelli italiano, franco-belga e giapponese, più alcune curiosità poco segnalate perfino dal web.

E infine, le tradizionali “top 5” di redattori e collaboratori di Fumo di China, più le 5 migliori ristampe in assoluto. Tutto questo ancora (ora anche acquistabile via PayPal dal nostro sito rinnovato!), in 64 pagine tutte a colori... a soli 7 euro in edicola e in fumetteria: buona lettura!

lunedì 8 maggio 2017

“March” a fumetti, le prime tavole in anteprima

La lunga marcia per i diritti civili negli USA parte da lontano e non è ancora finita. “Forse gli americani lo hanno dimenticato. E pochi hanno più titoli di John Lewis per ricordarci che aspetto ha la democrazia”, ha scritto l’autorevole The New York Times.

A pochi mesi dal secondo mandato di un presidente afroamericano, forse tendiamo a pensare che i risultati conseguiti dal movimento per i diritti civili siano stati un atto dovuto della democrazia, quasi un esito inevitabile del progresso sociale. Furono invece la dolorosa conquista di uomini e donne, spesso giovanissimi, che dovettero patire violenze indicibili lungo il corso di una protratta stagione di disciplina quotidiana, di addestramento alla non violenza, di determinazione incrollabile verso uno storico obiettivo di giustizia. John Lewis, protagonista principe di quella stagione, consegna oggi a questo acclamato memoir in forma di graphic novel il vivido racconto dall’interno della lunga, e a oggi incompiuta, marcia americana per l’uguaglianza.

March. Libro uno apre una trilogia che, con testi di John Lewis e Andrew Aydin, disegni di Nate Powell, grafica e lettering italiano dello Studio RAM di Bologna, inaugura – insieme a Escobar:El Patrón – il nuovo marchio Oscar Ink di Mondadori. Le librerie laFeltrinelli di Milano Piazza Piemonte (dal 12 maggio al 6 giugno), Napoli Piazza Martiri (dal 9 giugno al 2 luglio), Palermo via Cavour (da luglio ad agosto) e Roma Galleria Alberto Sordi in Piazza Colonna (a settembre) dedicano alla storia una mostra con 20 tavole.

Qui sotto, dopo la copertina in apertura di post, trovate le prime tavole dell’opera (tutte sono © 2013 John Lewis & Andrew Aydin e © 2017 Mondadori Libri S.p.A., Milano):

...il seguito in libreria e fumetteria: buona lettura!

giovedì 27 aprile 2017

“Fumo di China” n.261 in edicola e fumetteria

Sta arrivando nelle migliori edicole e fumetterie d’Italia il nuovo FdC n.261, introdotto da una copertina inedita di Sergio Ponchione, che festeggia la nuova serie regolare della Bonelli: Mercurio Loi.

Dopo un editoriale sulle commistioni feconde fra letteratura e fumetto italiano (compreso il nuovo Commissario Ricciardi a fumetti), ma anche cinema e arte in senso lato, e le tradizionali news dal mondo (Italia, Francia, Stati Uniti e Giappone: oltre ai top 5 tweet sul fumetto scelti da Comix Factory), il dossier sul nuovo personaggio bonelliano si apre con un colloquio esclusivo fra Stefano Gorla e Alessandro Bilotta sulla Roma papalina e la fiction di oggi, seguito da un incontro con Sergio Ponchione, fra gli autori al lavoro sui primi albi di Mercurio Loi.

Poi una piccola, grande novità: ogni mese un ulteriore dossier sui 40 anni di FdC (scaricate sul nostro nuovo sito l’index 1978-2017 con l’elenco di tutti gli autori e i personaggi di cui abbiamo parlato fin qui in questi decenni!) che ci accompagnerà fino allo scoccare della ricorrenza a febbraio 2018, con due interviste ogni volta: a una personalità esterna al fumetto ma che lo segue e ama (iniziamo con Luca Telese, cresciuto a pane e FdC) e a un autore che ha debuttato nei fumetti proprio su FdC (partiamo con il multiforme Giuliano Piccininno).

Quindi largo a un’intervista esclusiva con Francesca Mengozzi e Giovanni Marcora (da Kill the Granny al nuovo T.B.S.M.), a Emiliano Mammucari sulla miniserie Orfani: Terra che l’ha visto debuttare da sceneggiatore, il nuovo ritorno di Corazzata Spaziale Yamato con una sintesi ragionata del suo volo ultraquarantennale, il reportage dell’autorevole Gianni Brunoro dal primo salone Be Comics! di Padova e un saggio su Hugo Pratt e il Libro dei Morti fra sogno e realtà (in collaborazione con LoSpazioBianco.it).

E ancora, le nostre abituali 7 pagine di recensioni per orientarsi nel mare magnum del fumetto proposto nelle edicole, fumetterie e librerie italiane, le rubriche pungenti come “Strumenti” (sulla sempre più numerosa saggistica dedicata a fumetto, illustrazione e cinema d’animazione), “Il Suggerimento” (per non perdere di vista uscite sfiziose), “Il Podio” (i top 3 del mese), “Pollice Verso” (un exploit in negativo), “Letture d’Oltralpe” (sulle uscite francesi, fra cui vi segnaliamo il meglio secondo noi), “Il Rinoceronte in carica” (la rubrica di Daniele Daccò, direttore editoriale del portale giornalistico Orgoglio Nerd), approfondimenti puntuali (questa volta sul “photocomic” The Cos-Fighters e la migliore Guida ai Super Robot)... per non perdere di vista nessun aspetto del brulicante mondo della Nona Arte in Italia!

Tutto questo e altro ancora (ora anche acquistabile via PayPal dal nostro sito rinnovato!), a soli 4 euro: buona lettura!

Torna in edicola tutto “Dragon Ball”

La Gazzetta dello Sport, Sorrisi e Canzoni TV e Panorama, in collaborazione con Edizioni Star Comics, pubblicano un’edizione inedita della serie Dragon Ball, il manga che nel 1994 inaugurò in Italia i manga non “ribaltati” ma coerenti agli originali giapponesi con il senso di lettura orientale. In questa nuova edizione il fumetto viene proposto in una grafica rivista e in ogni uscita c’è una cartolina da collezione con l’illustrazione della copertina.

Le avventure di Goku sono riprodotte in ordine cronologico, dall’infanzia all’età adulta in volumi corposi di quasi 200 pagine ciascuno. La lotta per il bene, il suo girovagare per il mondo alla ricerca delle sette sfere del drago, la lotta per la pace dell’universo hanno affascinato bambini e adulti e creato intorno al fumetto un mondo, dalla seguitissima serie tv animata a giochi collezionabili, da videogiochi (ne abbiamo appena parlato su FdC n.257) a colonne sonore.

La prima uscita è in edicola da oggi al prezzo di 4,99 euro oltre al quotidiano o al periodico, con in regalo un poster da collezione. Gli altri seguiranno a cadenza settimanale, ogni giovedì. La collana verrà anche presentata all’ormai prossimo Napoli Comicon che apre domani, alla Fiera d’Oltremare dal 28 aprile al primo maggio, con ospite Toyotaro, scelto direttamente da Akira Toriyama per disegnare la nuova serie Dragon Ball Super: nello stand Star Comics sarà possibile acquistare il primo volume e in anteprima il secondo, in edicola da giovedì 4 maggio.

mercoledì 26 aprile 2017

“Fumo di China” ha rinnovato il sito Internet

Ormai da decenni, Fumo di China è la rivista di critica e informazione sui fumetti più nota in Italia. Fondata nel 1978 come Bollettino del Club Giovani Amici del Fumetto, prende il nome attuale grazie a una felice intuizione dellallora redattore Franco Busatta ed è distribuita in fumetteria dal 1980 e anche in edicola dal 1989, affiancata dall’Annuario del Fumetto dal 1995. 

Con la nascita dei nuovi media, la redazione ha avuto modo di raccontare approfondimenti su autori e personaggi, interviste e reportage, news e saggistica, recensioni e tutto quanto caratterizza da semrpe la pubblicazione cartacea anche sul web dal 2003, su Flickr nel 2006, su Facebook dal 2011, su Twitter dal 2013.

E per chi era distratto dai bagordi delle feste, vi segnaliamo ufficialmente che, dopo la nuova grafica (l’anno scorso, in occasione del n.250) e il nuovo editore (dallo scorso n.260), come sorpresa nell'uovo di Pasqua abbiamo trovato il tanto sospirato nostro nuovo e moderno sito Internet che, oltre a essere comodamente leggibile anche da smartphone e tablet, contenere chicche inedite sui nostri primi 40 anni di pubblicazione, ora permette anche l'acquisto via PayPal di quanto ci è rimasto in archivio!

Non perdete l'occasione di rivedere e (ri)scoprire lemozionante cavalcata nei decenni con FdC... grazie come sempre ai nostri lettori, la nostra risorsa più affettuosa e longeva!

mercoledì 19 aprile 2017

“Escobar: El Patrón”, Astorina con gli Oscar Ink

Da domani 20 aprile, è in libreria e fumetteria il graphic novel Escobar: El Patrón, pubblicato da Astorina in collaborazione con Mondadori per il nuovo marchio Oscar Ink.

L’incredibile storia del celebre bandito colombiano Pablo Escobar (di recente oggetto di film e telefilm) è divenuto il soggetto di un avvincente graphic novel sceneggiato da Guido Piccoli e disegnato da Giuseppe Palumbo. Edito da Astorina, la storica casa editrice di Diabolik che per la prima volta pubblica un soggetto con un altro protagonista, sarà uno dei primi due titoli distribuiti da Oscar Ink, il nuovo marchio Mondadori dedicato al fumetto. Palumbo disegna da decenni le avventure del Re del Terrore, mentre Piccoli è autore di un centinaio di sceneggiati per Radio Rai e la Radio Svizzera Italiana, avendo per di più vissuto a Bogotà negli anni più caldi della guerra ai “narcos”, scrivendo diversi libri fra cui Colombia, il Paese dell’eccesso (Feltrinelli 2003).

Questa prima pubblicazione segna l’inizio di una collaborazione tra Astorina e Mondadori che proseguirà nel prossimo giugno, con la pubblicazione di una nuova edizione de Il Re del Terrore: Il remake che per il 40° anniversario ripropose, in versione moderna ed estesa, la storia del primo, storico numero di Diabolik, uscito nel novembre 1962 e disegnato dal “misterioso” Zarcone.

martedì 18 aprile 2017

“Alias Comics”, d’estate con “il manifesto”

Il quotidiano il manifesto torna a scommettere sulla Nona Arte con il supplemento mensile Alias Comics da giugno a settembre, 32 pagine a colori di grande formato con storie complete firmate da alcuni fra i migliori autori italiani: il 28 giugno un numero zero e la presentazione ufficiale a Napoli Comicon.

Fin dalla sua fondazione nel 1971, il manifesto ha avuto un occhio di riguardo per il fumetto: quello satirico, con i “commenti disegnati” oggi da Mauro Biani, e prima ancora da Vauro, Pat Carra ed ellekappa; quello storiografico, con la Storia popolare dell’impero americano a fumetti di Howard Zinn, Mike Konopacki e Paul Buhle (co-edita nel 2011 con Hazard Edizioni), e quello di fiction, proposto lo stesso anno in Gang Bang - 10 storie inedite a fumetti per 40 anni raccontati pericolosamente, volume antologico firmato con Edizioni BD e storie realizzate da molti “big” della scena italiana e finalista a Treviso Comic Book Festival nel 2012 come Miglior Fumetto Italiano.

Oggi, con un forte investimento, il “quotidiano comunista” torna a proporre fumetti con racconti in gran parte inediti di firmati Onofrio Catacchio, Diego Cajelli, Andrea Voglino e Gianluca Maconi, Stefano Zattera, Ariel Vittori e Tiziano Angri. Ogni numero di questa “rivista popolare d’autore”, in vendita abbinata con il quotidiano l’ultimo mercoledì di giugno, luglio, agosto e settembre, ospiterà tre avventure a colori complete e inedite realizzate per la testata, più una quarta tratta da un selezionatissimo repertorio di pubblicazioni indipendenti, “rimasterizzata” nel lettering e nell’aggiunta del colore dall’esperto Luca Bertelè.

Fra i generi, fantascienza, grottesco, western, horror... A completare il pacchetto, ogni mese, il poster della copertina firmata da Zattera e un’intervista a un protagonista della narrativa disegnata e non solo.

martedì 11 aprile 2017

Concorso Smacchiart 2017, “Il giro d’Italia a tavola”

Torna il concorso annuale Smacchiart, promosso dalla webzine Vari.china in occasione dell’omonimo festival del fumetto e illustrazione che si terrà come gli scorsi anni all’inizio di settembre a Varignana (BO).

La partecipazione è come sempre gratuita: basta realizzare ed inviare entro il 10 giugno 2017 un’illustrazione o un fumetto (di una tavola) sul tema di questa edizione “Il giro d’Italia a tavola”, rappresentando le peculiarità della propria terra a tavola tramite una ricetta o un ingrediente o un prodotto tipico.

I candidati saranno giudicati da Giuseppe Palumbo (autore di Diabolik, Martin Mystère e Ramarro), Andrea Plazzi (già fondatore di FdC, oggi editor di Rat-Man) e Nicola D’Agostino (articolista per Panorama). I primi venti lavori classificati verranno riprodotti sul catalogo e i primi dieci esposti a Varignana durante il weekend di svolgimento della manifestazione. L’opera vincitrice verrà inoltre messa sulla copertina del catalogo, su locandine e materiale promozionale e soprattutto l’autore riceverà in premio materiale da disegno del valore di cento euro.

Il regolamento è consultabile qui. Per contatti e maggiori informazioni c’è la pagina Facebook ufficiale e l’indirizzo e-mail. Qui sotto, una foto della premiazione dell’edizione 2016: in bocca al lupo a tutti!


venerdì 7 aprile 2017

Rat-Man vola nello spazio, con Paolo Nespoli!

Oggi alla fiera Romics il neo 60enne astronauta Paolo Nespoli ha presentato con l’ASI (Agenzia Spaziale Italiana) e in collaborazione con l’ESA (Agenzia Spaziale Europea) il nuovo progetto di Leo Ortolani, seduto al suo fianco.

Si tratta del volume C’è spazio per tutti, in uscita la prossima Lucca Comics & Games e anticipato da un albo di anteprima, che prende... “vita” (come il nome della terza missione sulla Stazione Spaziale Internazionale che l’astronauta italiano terrà per sei mesi dal 29 maggio) proprio sulla ISS: tutto procede bene, finché sulla stazione non arriva un certo supereroe della Città senza nome... Nel più grande viaggio mai affrontato da Rat-Man ci saranno avventura e divertimento, ma ad andare lontano sarà il fumetto stesso: quando in estate partirà con la Soyuz MS-05 per l’ISS, Nespoli porterà infatti con sé una copia dell’albo!

“Spesso, quando ci sono dei problemi nelle riunioni dico: tranquilli, non stiamo mica mandando l’uomo sulla Luna. Ma in questo caso ci stiamo andando, beh, davvero vicino...”, ha commentato Marco M. Lupoi, direttore publishing Panini. “Le missioni spaziali sono un momento importante per la crescita del genere umano. Ci permettono di fare tutta una serie di cose sulla terra impossibili, così come ci costringono a lavorare al limite delle nostre capacità. Ma non è solo tutta scienza e tecnologia, è anche vita, arte, cultura e piacere. Sarà per me un piacere volare con Rat-Man nello spazio!”, ha detto Nespoli.

Ortolani presenterà l’anteprima di C’è spazio per tutti al prossimo Napoli Comicon, che si terrà presso la Mostra d’Oltremare dal 28 aprile all’1 maggio. L’autore sarà presente inoltre, come ospite di Panini Comics, nel corso del Salone Internazionale del Libro di Torino, dal 18 al 22 maggio al Lingotto Fiere.

mercoledì 29 marzo 2017

Il crowdfunding per “Instantly Elsewhere”

Rimangono ancora pochi giorni per la più recente campagna di crowdfunding internazionale (modalità di cui FdC si occupa fin dai tempi dell’Annuario del Fumetto 2013) per Instantly Elsewhere, lanciata lo scorso 8 marzo dalla piattaforma Spaceman Project per il progetto nato dalla collaborazione fra i due autori italiani Lorenzo Palloni (30enne fumettista aretino tra i fondatori dell’associazione culturale Mammaiuto) e Alessandro Martorelli in arte Martoz (27enne street artist di Assisi molto attivo anche come illustratore e fumettista).

Instantly Elsewhere è una storia fantastica e violenta, che s’interroga sulla potenza universale della creazione e del racconto, in cui niente è certo e il finale ribalta ognicarta in tavola. La storia, scritta da Palloni e disegnata da Martoz, è pensata per un pubblico di ogni età, con obiettivo di pubblicazione a luglio 2018, in un volume unico a fumetti di 208 pagine a colori in formato 17 x 24 cm.

La campagna di crowdfunding, con l’obiettivo di 15 mila euro, prevede le seguenti ricompense: Softcover Edition (brossurato), Hardcover Edition (cartonato), Pencil Edition (cartonato in b/n), Artbook (48 pagine in b/n), “Diventa un personaggio di Instantly Elsewhere!” (apparendo in versione disegnata nella storia), Hardcover + commissione (con un disegno extra richiesto “ad hoc”).

Per saperne di più, ulteriori dettagli si trovano a questo indirizzo, con tanto di bel booktrailer dell’iniziativa, a cui auguriamo di cuore di avere pienamente successo.

martedì 28 marzo 2017

Bricòla, a Milano il festival delle autoproduzioni

Sabato 1° aprile WOW Spazio Fumetto, il Museo del Fumetto di Milano, festeggia il suo sesto anno di attività aprendo di nuovo le porte al mondo del fumetto indipendente e autoprodotto per la seconda edizione di Bricòla, il festival dedicato a chi, non contento di leggere soltanto i fumetti, se li disegna e pubblica da solo.

Si chiamava Bricòla la borsa usata in passato dai contrabbandieri lombardi nell’attraversamento di Alpi e laghi, per portare dalla Svizzera quelle merci che in Italia non si potevano trovare. Da qui il nome del festival, che vuole portare al più ampio pubblico le produzioni originali che non è facile trovare. Le autoproduzioni sono una pratica che esiste da decenni, per saltare la distribuzione (case editrici e distributori per edicole, librerie e fumetterie) e creare un contatto diretto tra autore e lettore. Bricòla e WOW Spazio Fumetto hanno l’ambizione di diventare un punto di riferimento per autori e pubblico. Un festival come luogo d’incontro, scambio d’idee, di immagini, di narrazioni e di esperienze tra gli addetti del settore, e allo stesso tempo aperto a tutti; un’occasione per far nascere una rete tra chi di questa produzione si occupa a vari livelli, compresi i luoghi fisici di distribuzione delle autoproduzioni (librerie, spazi culturali, scuole di fumetto).

L’ingresso sarà libero per tutti i visitatori, che potranno trovare stand di vendita e disegno degli autori e dei collettivi di autoproduzione. Saranno presenti Attaccapanni Press, Cammello, Cargo, Casa Editrice Libera e Senza Impegni, Collettivo Radice, Cowboys from Hell, Elder Draw, La fanzinoteca, Hurricane, Lök Zine, Lucha Libre, Mammaiuto, Manticora Autoproduzioni, McGuffin Comics, Rastabbello, Sbucciaginocchi, Silly Nostalgic Kids, Vermi di Rouge e Western Glory - Delivery Service. Per l’occasione a ogni partecipante è stato chiesto di realizzare un’illustrazione sul tema degli anni Ottanta, ad anticipare la grande mostra che si terrà a WOW Spazio Fumetto da maggio. Le opere saranno esposte durante l’evento e verranno raccolte in un catalogo già disponibile al bookshop allingresso del museo. Tra gli ospiti di sabato, Adriano Carnevali (creatore dei popolari Ronfi, fresco autore di un Autobiographic Novel), AkaB (autore per il Dylan Dog Color Fest) e Squaz (collaboratore di linus, Internazionale e Repubblica XL).

L’intero programma della due giorni milanese è qui: buon festival a tutti!

lunedì 27 marzo 2017

“Fumo di China” n.260 in edicola e fumetteria

Quasi ovunque è già disponibile nelle migliori edicole e fumetterie d’Italia il nuovo FdC n.260, introdotto da una copertina inedita di Andrea Yuu Dentuto, che festeggia i primi 50 anni di uno degli (anti)eroi più amati dal pubblico italiano: Lupin III.

Dopo un editoriale sul rilancio dai nuovi arrivi in Coconino Press ed Editoriale Cosmo (ma anche del nuovo editore multimediale per FdC...) e le tradizionali news dal mondo (Italia, Francia, Stati Uniti e Giappone: tuttora le “super potenze” del fumetto), il dossier sul nipote del Ladro Gentiluomo ideato dall’oggi 80enne Monkey Punch si apre con un’analisi del fenomeno che sembra inarrestabile (fumetti, serie tv e le ultime novità), dalla nascita del mito ai primi adattamenti, dalle prime tre serie tv alle due più recenti (compresa quella ambientata in Italia in prima mondiale dueanni fa a Riminicomix), nonché i segreti del Castello di Cagliostro (dal film animato diretto da Hayao Miyazaki) e interviste esclusive con i cantanti Sandii e Tommy Snyder, sui loro incontri con i brani di Lupin III & C.

Poi spazio ai primi cento anni di Will Eisner, con un’accurata analisi da parte di uno sceneggiatore particolarmente amico di FdC di una doppia splash page dal volume Affari di famiglia del grande autore americano, una bella intervista a Roberta Sacchi in arte Sakka, accattivante disegnatrice delle recenti biografie Goodbye Marilyn e Stradivari genius loci, ma anche a Paolo Telloli su come e quanto Il Morto prosegue l’eredità dei “neri” a fumetti, mentre Fabio Licari ci racconta la nuova collana Super Eroi Classic di RCS Quotidiani con il suo consueto stile appassionato e appassionante.

Quindi un incontro con l’instancabile Gianni Bono sul Pinocchio disneyano illustrato per Giunti oltre 65 anni fa e rimasto pressoché inedito (con un lunghissimo articolo che fa la storia di quel film e dello scarco della Disney in Italia) e il promesso, gustoso “extra” esclusivo da Peppo Bianchessi per Gli Uomini in Grigio di Giorgio Scerbanenco: un pugno di illustrazioni inedite per il primo romanzo del giallista!

E ancora, le nostre abituali 7 pagine di recensioni per orientarsi nel mare magnum del fumetto proposto nelle edicole, fumetterie e librerie italiane, le rubriche pungenti come “Strumenti” (sulla sempre più numerosa saggistica dedicata a fumetto, illustrazione e cinema d’animazione), “Il Suggerimento” (per non perdere di vista uscite sfiziose), “Il Podio” (i top 3 del mese), “Pollice Verso” (un exploit in negativo), “Letture d’Oltralpe” (sulle uscite francesi, fra cui vi segnaliamo il meglio secondo noi), “Il Rinoceronte in carica” (la rubrica di Daniele Daccò, direttore editoriale del portale giornalistico Orgoglio Nerd), approfondimenti puntuali (questa volta su una raccolta di storici articoli firmati da Franco Cavallone sul fumetto, il dvd Mazinger Edizion Z: The Impact! di Go Nagai e un romanzo del “grande vecchio” Alberto Ongaro ricco di suggestioni fumettistiche)... e le strisce di “Renzo & Lucia”, con testi e disegni inediti di Marcello!

Tutto questo e altro ancora, a soli 4 euro: buona lettura!

mercoledì 22 marzo 2017

“Il Piccolo Missionario”, un arzillo 90enne

Se alla stampa a fumetti “confessionale” si è sempre dato dal punto di vista critico un’attenzione distratta, ciò vale in particolare per Il Piccolo Missionario detto “il PM”, diffuso solo in abbonamento e attento alle tematiche care alla casa madre dei Missionari Comboniani di Verona. Benché lontano dai riflettori, la storica pubblicazione lo scorso gennaio ha compiuto, in buona salute, i suoi primi 90 anni: il mensile è uscito per la prima volta dalle rotative a gennaio 1927, per sensibilizzare i piccoli lettori al mondo delle missioni sulle oprme di san Daniele Comboni e magari favorirne le vocazioni. Come tutti questi periodici, alla nascita era un giornalino smilzo, 16 paginette senza illustrazioni. Bisognerà aspettare il 1947 per vederlo “modernizzato” con immagini e qualche timido fumetto. 

Nonostante la sua scelta di modestia, nei decenni il mensile ha ospitato con maggior o minor consistenza fior di fumettisti, disegnatori di storie a tematica missionaria o similare, ma anche di racconti umoristici e realistici. Per esempio, Benito Jacovitti collaborò con Zim, un bambino dell’India protagonista di storielline di simpatica bizzarria. Carlo Peroni per anni scrisse e illustrò il bambino africano Nerofumo, Alberto Simioni creò e portò avanti per centinaia di tavole il western umoristico Gigi Tex, Alfredo Brasioli – scomparso lo scorso novembre – disegnò immagini preziose, dimostrando eccellenti doti di disegnatore e una certa tendenza verso moduli ornati, tipici del liberty. A ciò si deve aggiungere che sulle sue pagine iniziarono la loro carriera disegnatori poi divenuti celebri, come Piero Dall’Agnol, Paolo Bacilieri e Silvia Ziche. Attualmente vari disegnatori tengono alta la bandiera del fumetto nel PM, a cominciare dalla “colonna” Danilo Grossi.

Naturalmente, è sul piano della “missione” giornalistica che il mensile combatte la sua battaglia, condensata nelle parole di saluto per i 90 anni di padre Elio Boscaini: «fare una rivista “piccola, ma con grandi ideali”, sempre in prima linea contro le ingiustizie, le disuguaglianze, il razzismo che inquina la società italiana».

giovedì 16 marzo 2017

Il solito Franco Lana... da 50 anni!

Ne ha parlato Moreno Burattini qualche mese fa, in un post dove ammetteva “Ho creato un mostro!”, raccontando la vitalità giocosa e gioiosa di un particolare fan di Zagor, che ama creare foto spiritose a partire dalle copertine dello Spirito con la Scure, raccolte nell’albetto omonimo (la cui copertina vedete qui accanto) in occasione della scorsa fiera San Matteo Comics 2016.

Ma Franco non è solo questo: ha pubblicato suoi brevi fumetti, prima sulle fanzine Ganesh, Gruppo Misto e Fatece Largo, poi su Talkink, il Veliero, oltre a essere vignettista (con Pietro Francioso) per 6 mesi sul Punto City Life di Torino, senza contare le tante interviste per Dime Web e alcune per FdC.

Inoltre ha realizzato 5 cortometraggi (alcuni scritti e interpretati), ha partecipato al documentario Springsteen and I (2013) prodotto da Ridley Scott e proiettato in contemporanea in 2 mila sale di oltre 50 Paesi e, mentre si diletta di poesie, racconti e freddure (è pure arrivato secondo a un concorso di Poesia a Torino), trova il tempo di curare un blog su Google (che ha superato le 40 mila visualizzazioni). Come se non bastasse, è impegnatissimo in ambito umanitario nella difesa dei diritti umani, dei più poveri e degli animali: fa parte di oltre una decina di associazioni a livello internazionale.

Tutto questo per fare a Franco gli auguri per i suoi primi 50 anni – un’età comune a molti collaboratori di FdC, fra cui l’attuale direttore responsabile Paolo Guiducci e il veterano Fabio Licari, nonché l’impaginatrice Lorenza Cevoli! – compiuti meno di un mese fa. Ma è anche un modo per ringraziare tanti nostri lettori affezionati come lui, che non amano le polemiche bensì i fumetti: buone letture a tutti!

mercoledì 15 marzo 2017

“Ghost in the Shell” dal vero, i primi 12 minuti

Si rimane davvero a bocca aperta, guardando il primo quarto d’ora di Ghost in the Shell, che uscirà il prossimo giovedì 30 marzo e che la Universal Italia ha mostrato ieri sera alla stampa milanese presso la sala IMAX dell’UCI Cinemas di Pioltello (MI), a cui ha partecipato il nostro Alberto Cassani

Il film di Rupert Sanders (già autore nel 2012 de Biancaneve e il cacciatore) con Scarlett Johansson arriverà nelle sale italiane (e del resto d’Europa) giovedì 30 marzo, ma i fan del manga di Masamune Shirow (1989) e dei film animato di Mamoru Oshii (1995) sono in fibrillazione da quando nel 2008 era stato dato l’annuncio che DreamWorks e Paramount ci stavano lavorando. Nonostante i mugugni dei puristi (per la scelta della Johnasson nel ruolo principale, ma non solo), i primi trailer su Internet hanno fatto ben sperare, e le prime sequenze viste ieri sembrano confermare in pieno queste buone impressioni.

In un film che durerà due ore piene, questi primi 12 minuti sono impiegati soprattutto per far sfoggio dei notevoli effetti speciali che le (ben) 13 società specializzate impegnate nella pellicola hanno realizzato, in una scena d’azione che colpisce per il modo in cui è costruita visivamente e per come è realizzata tecnicamente. Una scena che non è solo salti e spari in bullet time alla Matrix (1999), ma introduce bene (com’era nel fumetto) i personaggi con cui la protagonista avrà più a che fare e ciò di cui lei è capace. Ma il prologo lascia anche intuire, con la giusta sintesi, come il futuro in cui il film è ambientato sia supertecnologico – grazie a scenografie che i cinefili con i paraocchi diranno copiate da Blade Runner (1982) – e multietnico (vediamo in azione una statunitense, una francese, un canadese, un danese, un africano e un giapponese).

Rimane però ancora completamente nel dubbio quanto dei temi più profondi della storia immaginata da Shirow siano presenti in questa versione live action. Quanta anima, se vogliamo, ci sia dentro l’armatura da blockbuster hollywoodiano di questo Ghost in the Shell. Per saperlo dovremo aspettare ancora due settimane, certo è che dai primi 12 minuti si può pensare che i fan della fantascienza lo adoreranno, e così faranno anche quelli di fumetto e cartoni originali, sempreché non vadano al cinema per contare le differenze con l’originale. E, sì: piacerà anche ai fan di Scarlett!

Qui sotto, il più recente trailer del film:

lunedì 13 marzo 2017

Tornano le “Vigne & Vignette” a Imola (BO)

Anche quest’anno per tre mercoledì alle ore 21, tornano al centro giovanile Ca’ Vaina del Comune di Imola (BO) in viale Saffi 50 le serata di originali degustazioni eno-fumettistiche intitolate “Vigne e vignette”, che vedranno stavolta protagoniste tre giovani autrici italiane per presentare le proprie opere al pubblico. Contestualmente, dall’Art Rock Café di Ca’ Vaina, verrà proposto un calice di vino italiano, diverso di volta in volta e idealmente abbinato al carattere delle fumettiste.

Il primo incontro, mercoledì 15 marzo, sarà con la bolognese Francesca Zoni, che lo scorso anno ha realizzato i disegni di Randagi - Da zero, romanzo a fumetti scritto da Alessandro Mari e pubblicato da Rizzoli Lizard. Due settimane più tardi, mercoledì 29 marzo, sarà la volta di Cristina Portolano e il 12 aprile sarà invece il turno di Silvia Rocchi.

Qui trovate ulteriori informazioni e immagini in alta risoluzione dalle opere delle autrici: buona degustazione e buona lettura!

giovedì 23 febbraio 2017

“Fumo di China” n.259 in edicola e fumetteria

Quasi ovunque è già disponibile nelle migliori edicole e fumetterie d’Italia il nuovo FdC n.259, introdotto da una copertina di Skottie Young, che inizia a tutti gli effetti il suo 40° anno di pubblicazione, a partire da quel ciclostilato di 12 pagine senza immagini tirato in sole 30 copie nel febbraio 1978.

Dopo un editoriale sulla situazione a inizio d’anno con un commosso omaggio all’appena scomparso Jirō Taniguchi e le tradizionali news dal mondo (Italia, Francia, Stati Uniti e Giappone: tuttora le “super potenze” del fumetto), il dossier sulle Favole Alternative vede un’intervista esclusiva allo stesso Skottie Young sulle sue opere, da Il Mago di Oz al suo “assurdo universo” di Odio Favolandia, la sempre più internazionale Mirka Andolfo sulla sua nuova trilogia ControNatura e una chiacchierata esclusiva con l’apprezzatissimo Federico Bertolucci sul suo lavoro “muto” per Love e Little Tails.

Poi spazio a parole e immagini da 190 anni di Promessi Sposi in mostra al Wow Spazio Fumetto di Milano), un’intervista esclusiva a Chris Claremont sul suo mutante Legion e i film dal vero degli altri X-Men, un colloquio rivelatore (e una sua opera inedita apposta per noi!) con l’eclettico Massimo Bucchi sulla satira e l’arte come aiuto a interpretare la realtà, nonché una doppia analisi su Sergio Staino a partire da due suoi libri recentissimi fra satira e giornalismo mentre prosegue la direzione de l’Unità.

Quindi il nostro consueto (dal 1994) reportage dal Festival di Angoulême, un’analisi ragionata a due voci sul libro “monstre” Graphic Novel che fa il punto sul fenomeno di questi anni, il rinnovato confronto fra Tex e il ritorno di Yama in un’analisi curata da LoSpazioBianco e la presentazione del film animato La tartaruga rossa (senza dialoghi ma non muto!) nei cinema italiani il 27-29 marzo.

E ancora, le nostre abituali 7 pagine di recensioni per orientarsi nel mare magnum del fumetto proposto nelle edicole, fumetterie e librerie italiane, le rubriche pungenti come “Strumenti” (sulla sempre più numerosa saggistica dedicata a fumetto, illustrazione e cinema d’animazione), “Il Suggerimento” (per non perdere di vista uscite sfiziose), “Il Podio” (i top 3 del mese), “Pollice Verso” (un exploit in negativo), “Il Rinoceronte in carica” (la rubrica di Daniele Daccò, direttore editoriale del portale giornalistico Orgoglio Nerd), approfondimenti puntuali (questa volta sui primi numeri della Rinascita dell’Universo DC, tre splendide mostre a Parigi da non perdere e un volume su cento mangaka imperdibili)... e le strisce di “Renzo & Lucia”, con testi e disegni inediti di Marcello!

Tutto questo e altro ancora, a soli 4 euro: buona lettura!