martedì 24 marzo 2015

“Annuario del Fumetto 2015” in edicola e fumetteria

Una copertina inedita del nostro Marcello introduce il nostro ventesimo (!) Annuario che fa il punto sui fumetti nell’era globale.

I personaggi dei comics sono ormai diventati così popolari da trascendere il medium, per diventare addirittura più famosi in altri mezzi di comunicazione (film, telefilm, serie animate, videogiochi...). In questo modo, sono di fatto entrati a far parte della cultura pop, affine a quella che comprende molte aree “nerd” o addirittura “geek”, come i film e telefilm di Star Wars e Star Trek.

Mentre è quindi normale che mostre e fiere finiscano per ricomprendere tutto, come dimostrato dall’enorme affluenza di pubblico negli ultimi anni alle fiere di Lucca e Napoli sulla scia del San Diego Comic-Con, a vent’anni dalla prima edizione (e dopo l’anteprima alla milanese Cartoomics) nell’Annuario del Fumetto 2015 la redazione di FdC approfondisce la situazione italiana e internazionale, cercando di capire quali sono le mosse delle principali realtà editoriali e ragionando con autori, editori e operatori del settore.

“Personaggi mai così popolari, ma le vendite non brillano” è la prima valutazione generale, dell’incredibile offerta tra 30 mila edicole, 3 mila librerie e 300 fumetterie nel Bel Paese, approfondita dall’analisi anzitutto del rivoluzionario 2014 della Sergio Bonelli Editore: nella loro prima intervista sulle nuove strategie commerciali, Vincenzo Sarno (a capo della neodivisione per sviluppare progetti in libreria, cinema, tv, merchandising) e Armando Traverso (il principe dei radio-adattamenti dei fumetti italiani, regista dei motion comics Orfani) ci raccontano le nuove strade degli eroi bonelliani.

E poi interviste a Francesco Artibani, Mauro Uzzeo e Diego Cajelli, sulle loro esperienze non solo nei fumetti, la sorprendente e antesignana carriera di Diabolik negli altri mass media, un ricordo appassionato dello sceneggiatore più multimediale Ade Capone (con testimonianze affettuose degli amici e colleghi Moreno Burattini e Leo Ortolani), un incontro con il sempre più bravo Gigi Cavenago, la più completa e puntuale analisi del fenomeno cine-televisivo del decennio (le strategie cinematografiche di Marvel e DC) e le immancabili “Pagine Gialle del Fumetto Italiano”: tutti gli indirizzi aggiornati di agenzie, associazioni, editori, fiere, scuole, fumetterie, siti...

Spazio quindi alla disamina tradizionalmente “senza peli sulla lingua” sul mercato italiano: alcuni numeri, parziali ma significativi, la storia di come e quando essere fan è diventato “figo” e di moda, gli autori a fumetti e il loro lavoro su Twitter, le tendenze del mercato statunitense e una panoramica su quello italiano e franco-belga e giapponese, più un’intervista a Salvatore Taormina sui 25 anni di Cronaca di Topolinia (dopo 10 anni di produzioni a fumetti dando spazio a oltre 70 nuovi autori italiani) e il nostro abituale monitor sui numerosi e significativi motivi di giubilo per l’illustrazione italiana.

E infine, le tradizionali “top 5” di redattori e collaboratori di Fumo di China, più le 5 migliori ristampe in assoluto. Tutto questo in 64 pagine tutte a colori... a soli 6,80 euro (prezzo bloccato fin dal 2010) in edicola e in fumetteria: buona lettura!

Nessun commento:

Posta un commento