venerdì 8 luglio 2016

“Zio Boris” diventa un film!

Zio Boris, la terza striscia a fumetti creata in Italia (dopo le Sturmtruppen di Bonvi e il Gatto Filippo su Paese Sera nel 1950 – nel 1969 da Alfredo Castelli e Carlo Peroni, ristampato da Panini Comics e ora ripreso da Daniele Fagarazzi in appendice a Martin Mystère, sta per diventare un film: ne dà l’annuncio l’albo Martin Mystère incontra Zio Boris, il più recente di una serie di albetti a fumetti curati da Castelli con i disegni di Lucio Filippucci e altri illustratori, pubblicati fin dal 2003 nell’ambito di Riminicomix.

Per l’occasione venerdì 15 luglio alle ore 17.45, nella Palazzina Roma di fronte al Grand Hotel di Rimini, in presenza degli autori del fumetto, del regista Aleister e del protagonista Enrico Beruschi sarà proiettato il filmato di presentazione da 10 minuti. “Non si tratta di un vero e proprio ‘pilota’ quanto di una sorta di trailer suscettibile di modifiche, che è servito per verificare con la produzione le potenzialità del fumetto nella sua trasposizione cinematografica” – spiega Aleister. “Attualmente stiamo lavorando con Excelsior Cinematografica alla pre-produzione di un lungometraggio basato sulle storie scritte da Alfredo Castelli”.

“L’idea di interpretare Zio Boris mi diverte molto”, ha commentato l’attore Enrico Beruschi, che sostiene la parte dell’ineffabile creatore di mostri. “Ho conosciuto il fumetto ai tempi di Drive In quando ho interpretato un personaggio vagamente ispirato a quella striscia, Doctor Beruscus, e mi sembra di compiere un salto indietro nel tempo: praticamente ringiovanisco”. Accanto a Beruschi recitano Jennifer Rodriguezl (Bloody Mary), Cristiano Militello (Drak), Giovanni Battezzato (Wolf), Andrea Lucchetta (Frankie), Alberto “Zak” Azarya (Igor).

2 commenti: