domenica 18 giugno 2017

I supereroi smascherati da History Channel

Ormai da decenni le loro imprese sono seguite da milioni di appassionati e ammirate sugli schermi cinetelevisivi di tutto il mondo. Dalla prima apparizione di Superman nel 1938 ai giorni nostri, i supereroi hanno accompagnato diverse generazioni, rispecchiando o anticipando i cambiamenti della società e determinando l’affermazione di due imperi editoriali, la Marvel e la DC, oggi controllati rispettivamente da Disney e Warner Bros.

Come sono stati creati Batman e Wonder Woman? In che modo Spider-Man e Hulk sono diventati fenomeni di culto? A queste e ad altre domande risponde Supereroi smascherati, lo speciale in due parti in onda venerdì 23 e venerdì 30 giugno alle ore 21.50 in prima visione italiana su History (canale 407 di Sky). Tra interviste esclusive e materiale inedito dagli archivi Marvel e DC, History racconta la nascita e il successo dei fumetti di supereroi, svelando tantissimi aneddoti. 

La prima parte ripercorre la creazione dei personaggi più iconici come Superman, Batman, Capitan America, Wonder Woman, Spider-Man e racconta come lo sviluppo dei loro personaggi sia strettamente legato a quello degli eventi storici della storia USA, dalla Seconda guerra mondiale all’11 settembre 2001, passando per la Guerra del Vietnam. La seconda serata invece raffigura il supereroe come un ribelle o un outsider e si focalizza su personaggi quali gli X-Men, Black Panther, Luke Cage, spiegando il loro impatto sul mondo dei fumetti e il loro legame con alcune battaglie sociali: dal movimento per i diritti civili al femminismo alla lotta contro la droga.

Tante le curiosità svelate nel documentario: creato dai due ebrei Joe Simon e Jack Kirby (questi celebrato nel nostro Annuario del Fumetto 2017, tuttora in edicola e fumetteria e acquistabile via PayPal qui) in chiave antinazista, Capitan America si sarebbe dovuto chiamare Super America; l’autore di Wonder Woman, lo psicologo e convinto femminista William Moulton Marston, contribuì all’invenzione del poligrafo che è più noto come “macchina della verità”.

Tra gli autori intervistati Stan Lee (di fatto creatore dell’intero universo Marvel), Grant Morrison (noto per molte storie di Batman), Chris Claremont (l’autore principe degli X-Men), Neal Adams (celebre per avventure di Green Lantern/Green Arrow e Batman), Gerry Conway (notissimo per Spider-Man), Geoff Johns (grande autore della Justice League), ma anche gli attori Jon Favreau (Iron Man), Clark Gregg (Agents of S.H.I.E.L.D.) e Anthony Mackie (Captain America: The Winter Soldier), la regista Patty Jenkins (Wonder Woman), l’astrofisico Neil deGrasse Tyson (raffigurato in un fumetto di Superman) e il creatore del Trono di Spade, George R.R. Martin, il quale rivela il suo amore per la Cosa e il suo primo scritto “ufficiale”: una lettera pubblicata nella posta dei Fantastic Four... insieme ad altre chicche che potete vedere in anteprima assoluta nell’estratto esclusivo qui sotto: 

video

Nessun commento:

Posta un commento